Tu sei qui

Fauna d'Italia: Sphecidae

sphecidae smallIn estate capita sovente che delle vespe gialle e nere, col gastro collegato al torace da un peziolo lungo e sottile, entrino con volo silenzioso nelle nostre stanze.  Queste vespe sono gli Sccliphron, formidabili cacciatori di ragni e costruttori di  complessi nidi di fango. Gli Sccliphron, data la loro abitudine a frequentare le abitazioni per impiantarvi i nidi, sono tra i pochi rappresentanti conosciuti dall'uomo  comune della famiglia degli Sphecidae, Imenotteri aculeati oggetto di questo volume della “Fauna d’Italia".

Gli Sfecidi costituiscono il gruppo più polimorfo tra gli Aculeati, dato che tra i loro rappresentanti si va da forme eleganti e snelle come le Ammophila, a specie  robuste e possenti come le Bembix sino a forme minute e delicate come le Spilomena, tanto per citare generi ben rappresentati nella nostra fauna, che è sicuramente una delle più ricche in Europa con oltre 380 specie trattate in questa monografia.

Gli Sfecidi meritano di essere studiati, oltre che per la grande varieta delle forme, anche per gli straordinari comportamenti bio-etologici.  Con la stesura di questa monografa ci proponiamo di fornire pertanto non solo un insieme di chiavi dicotomiche e di descrizioni, che permettano l’identificazione delle singole specie, ma di produrre anche una visione d’insieme della famiglia che stimoli gli entomologi e quanti amano la natura a capire e studiare questo gruppo in particolare e piu in generale gli Imenotteri.

 

La Collana “Fauna d’Italia” raccoglie monografie scientifiche relative ai diversi gruppi zoologici presenti sul territorio italiano. E’ da intendersi come un Repertorio generale delle specie animali esistenti in Italia pubblicato sotto gli auspici dell'Accademia Nazionale di Entomologia e dell'Unione Zoologica Italiana con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente.

Aree 
Natura
Direzioni 
Direzione generale per la protezione della natura e del mare (PNM)
Argomenti 
Tutela flora e fauna
Tipologia 
Pubblicazioni