Tu sei qui

Ambiente: Galletti, in vigore collegato, è manovra green strategica

Ministro su nuove norme, da fondi per mobilità sostenibile a multe per mozziconi a terra. “Passo in avanti ambientale e culturale”.

Roma, 2 feb – “Da oggi entrano in vigore le norme del ‘Collegato Ambientale’: una strategica manovra ‘green’, con nuove misure e investimenti in tutti settori nevralgici dell’economia verde, coerenti con l’impegno preso alla Cop21 di Parigi e con il modello di sviluppo circolare proposto dall’Europa”. Cosi Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente.

“Per la mobilità sostenibile – spiega Galletti – sono stanziati 35 milioni di euro, in un programma sperimentale di spostamento casa-scuola e casa-lavoro. Nasce il fondo per la progettazione degli interventi contro il rischio idrogeologico e sono messi a disposizione dei comuni 11 milioni di euro per l’abbattimento degli edifici in zone a rischio costruiti senza i necessari permessi”.

“Ci sono poi – prosegue il ministro - una serie di misure per incrementare la differenziata e il riciclo, tra cui il ‘vuoto a rendere’ sperimentale e su base volontaria, cosi come si rafforza il percorso di bonifica dall’amianto attraverso un credito d’imposta da 5,6 milioni l’anno fino al 2019 per le imprese che si occupano della sua rimozione”. “Vengono introdotte – continua Galletti - misure di civiltà come le multe per chi getta mozziconi, gomme e rifiuti di piccolissime dimensioni a terra, nelle acque e negli scarichi. Anche per il mare ci sono importanti novità, come i 2,8 milioni in 3 anni per le aree marine protette e l’obbligo per il proprietario del carico inquinante via mare di munirsi di una polizza assicurativa a copertura integrale dei rischi anche potenziali”.

“Molto importante – osserva Galletti – è l’intervento che riguarda il ‘green public procurement’, ovvero i criteri verdi minimi cui si devono adeguare tutte le amministrazioni dello stato nei loro acquisti: dai toner al riscaldamento, dall’illuminazione alla ristorazione. Nasce inoltre il fondo di garanzia per le opere idriche, comprese le reti di fognatura e di depurazione, mentre viene assicurato agli utenti domestici del servizio idrico integrato in condizioni economico sociali disagiate l’accesso alla fornitura di acqua per i bisogni fondamentali a condizioni agevolate”.

“Ricordo infine – conclude il ministro – una norma molto attesa, che estende l’impignorabilità anche agli animali d’affezione e da compagnia, come a quelli impiegati a fini terapeutici o di assistenza. Ci sono insomma tanti buoni motivi – conclude Galletti – per dire che questo insieme di misure possa segnare un passo in avanti per il Paese a livello ambientale e anche culturale”.