Tu sei qui

Decreto sottoprodotti, Velo: “confronto positivo con associazioni di categoria”

Decreto sottoprodotti, Velo: “confronto positivo con associazioni di categoria”

Il sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo ha illustrato alle Associazioni di categoria la proposta di decreto sui così detti “sottoprodotti”, così come previsto dalla normativa comunitaria in materia di rifiuti.
Lo rende noto il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

“Si tratta – come ha spiegato il Sottosegretario Velo al termine dell’incontro - di un provvedimento molto atteso dal sistema produttivo, perché vengono definite le condizioni in base alla quale una sostanza residuale viene classificata come un ‘sottoprodotto’, con la possibilità, quindi, di essere gestita al di fuori della normativa in materia di rifiuti.

Da una parte il decreto chiarisce e concilia le esigenze di tutela ambientale e sanitaria per la salute dei cittadini, assicurando una corretta gestione di sostanze potenzialmente inquinanti e qualificando come rifiuto soltanto le sostanze che effettivamente lo sono.

Dall’altra, rappresenta una necessità economica non indifferente per il sistema produttivo che avrà la possibilità di reimpiegare molti dei residui derivanti dalle diverse attività, trasformandoli da effetti indesiderati della produzione, in una vera e propria risorsa, con un abbattimento degli oneri di trattamento e senza avere impatti negativi sull’ambiente.
Mi auguro che il provvedimento, dopo il confronto avviato oggi che reputo assolutamente positivo, possa essere definito in tempi brevi – ha concluso il sottosegretario Velo.