Tu sei qui

Immigrati: Galletti, fermare riscaldamento globale o esodo

Immigrati: Galletti, fermare riscaldamento globale o esodo

A Cop21 Parigi ci giochiamo il futuro del Pianeta. In Italia basta discariche, sono il male ambientale del Paese
"I cambiamenti del clima sono destinati a cambiare la geografia del mondo nel medio periodo e a rendere sempre più grave il problema dell'immigrazione, con l'esodo di milioni di persone che si spostano per motivi ambientali: questa e' un'emergenza planetaria. Il tema del surriscaldamento globale va affrontato con serietà, perché riguarda già oggi noi e i nostri figli: alla Cop21 di Parigi ci giochiamo il futuro del Pianeta". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, ieri sul palco della Festa dell'Unita' di Milano.

"Le migrazioni - spiega Galletti - sono frutto di una politica miope che ha pensato che i Paesi potessero crescere non tenendo in considerazione il resto del mondo: per anni si e' fatto finta che una parte del globo non esistesse. Per questo - ha concluso - sono molto orgoglioso del ruolo di responsabilità assunto dall'Italia sull'immigrazione, così come l'Europa che mi piace e' quella che proprio sul clima e' riuscita a parlare con una sola voce, chiudendo un accordo ambizioso di esempio agli altri continenti".

Il ministro ha anche risposto a una domanda sul tema degli inceneritori. "Nel mio mondo ideale - ha detto - non esistono gli inceneritori, ma vivo in un Paese che manda il 40% di rifiuti in discarica: io in Italia le discariche non le voglio vedere. In certe zone la differenziata e' partita, in altre siamo maglia nera in UE. Sia ben chiaro: io punto sulla differenziata, do collaborazione massima ai comuni, ma nel frattempo chiederò a tutte le Regioni come intendono operare per essere autonome nella gestione dei rifiuti. Se devo continuare ad avere discariche con il rischio di infrazione Ue, l'inceneritore diventa il male minore. Non sto parlando di riempire l'Italia di inceneritori: ma se certe Regioni continuano così avremo infrazioni sempre peggiori. Le discariche sono il male ambientale del Paese".