Tu sei qui

Incontro Galletti - Royal: Italia – Francia intesa strategica per le sfide ambientali

Incontro Galletti - Royal: Italia – Francia intesa strategica per le sfide ambientali

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha incontrato oggi pomeriggio il ministro francese dell’Ecologia,  Segolene Royal. Tra i temi affrontati, le politiche ambientali europee in vista del semestre di presidenza italiana dell'Ue e le principali questioni riguardanti clima ed energia, anche in preparazione della Conferenza mondiale sui cambiamenti climatici che si terrà a Parigi nel 2015.

“E’ necessaria una programmazione internazionale sul surriscaldamento climatico” e “i Paesi europei hanno una responsabilità fondamentale per dare risposte ai popoli su questo tema”. È quanto dichiarato dal ministro francese Royal, che poi ha evidenziato la necessità di puntare su “la crescita verde” come “leva importantissima per uscire dalla crisi”. Royal ha quindi apprezzato il fatto che “il ministro Galletti sia altrettanto concentrato sui temi della crescita e dell' industria verde, e che l' Italia – ha aggiunto - sia particolarmente  ‘aggressiva’ nell' affrontare le questioni del risparmio e dell' efficienza energetica”. L’esponente del governo francese ha infine sottolineato l’impegno “formidabile” dell’Italia sul divieto ai sacchetti di plastica e il ‘no’ agli Ogm.

Esprime soddisfazione a margine dell’incontro anche il ministro italiano Galetti: “L'Italia e la Francia sono due Paesi determinanti per l'accordo sul clima da sottoscrivere a Parigi nel 2015, un accordo storico che segnerà le politiche ambientali per i prossimi decenni”. I due Paesi, secondo Galletti, hanno un ruolo fondamentale perché “la Francia è il Paese ospitante e l'Italia avrà la presidenza dell'Ue nel semestre precedente la riunione di Parigi: si tratta quindi di una collaborazione indispensabile per la buona riuscita del vertice sui temi al centro del confronto”. Pertanto, ha concluso il ministro, “l'intesa fra Italia e Francia lancia un segnale in direzione di un accordo globale sui grandi temi ambientali”.

 

Roma, 5 maggio 2014