Tu sei qui

Settimana europea della mobilità. Al via numerose iniziative in quasi 2.600 città in tutta Europa, 94 i comuni italiani partecipanti

Roma, 17 settembre 2018 – E’ iniziata ieri la diciassettesima edizione della Settimana Europea della Mobilità, l’appuntamento fisso e irrinunciabile per tutte le amministrazioni e per tutti i cittadini che hanno a cuore il tema della sostenibilità negli spostamenti urbani e il miglioramento della qualità della vita nelle città. Come ogni anno, infatti, dal 16 al 22 settembre migliaia di Comuni e milioni di cittadini europei festeggiano la mobilità sostenibile e lanciano un messaggio di cambiamento e di rinnovamento dei nostri stili di vita.

Il Ministero dell’Ambiente aderisce anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità coordinando e supportando le iniziative e gli eventi organizzati da Comuni e associazioni. Un’edizione 2018 che parte con il piede giusto superando al suo avvio anche il record di iscrizioni dello scorso anno con ben 2.589 amministrazioni partecipanti in tutta Europa con l’Italia che si piazza al sesto posto per numero di adesioni con 94 comuni partecipanti.

Il tema di questa edizione è la multi-modalità negli spostamenti, con lo slogan "Cambia e vai", vuole sensibilizzare i cittadini sull’importanza di individuare e scegliere il giusto mix di utilizzo tra trasporto pubblico e privato negli spostamenti. Occorre un attenzione privilegiata verso l’utilizzo di mezzi a basso o a zero impatto emissivo come ad esempio  la bicicletta.

Quando si parla di multi-modalità, infatti, si fa riferimento alla scelta di diversi mezzi di trasporto, sia all’interno dello stesso spostamento che per spostamenti diversi, in base alla tipologia e alle caratteristiche del viaggio e del viaggiatore.

Basta iniziare da semplici azioni come scegliere di andare a piedi in palestra per iniziare a bruciare calorie, prendere il treno per andare in ufficio e battere il traffico dell'ora di punta, passeggiare fino ai negozi per evitare le spese di parcheggio. Sperimentare tra le diverse opzioni disponibili per spostarsi è un esercizio al quale ci si può allenare per ogni attività quotidiana e ci si può abituare facilmente se si pensa che spesso si tratta della scelta più facile, economica e salutare.

Per i cittadini abbracciare il concetto di multi-modalità significa ripensare il modo in cui ci si muove nelle città e avere la volontà di sperimentare nuove forme di mobilità, per le amministrazioni richiede la volontà di supportare metodi di trasporto alternativi. I recenti sviluppi tecnologici, per esempio, hanno consentito la diffusione di forme di tecnologia intelligente, come applicazioni e piattaforme online, che rappresentano già un grande aiuto per lo sviluppo di una mobilità multimodale, più efficiente, economica e ecocompatibile.

Anche quest’anno la Settimana Europea della Mobilità costituirà, per la cittadinanza e per le amministrazioni locali, un’occasione e una vetrina irrinunciabile per attivarsi in un processo, necessario, irrinunciabile e ormai avviato, di miglioramento della mobilità urbana nella direzione della sostenibilità ambientale unita alla crescita economica locale e alla qualità della vita delle città.

Per ulteriori informazioni e per adesioni alla Settimana Europea della Mobilità è possibile visitare il sito internet http://www.mobilityweek.eu/; in particolare, al link http://www.mobilityweek.eu/campaign-resources/ saranno a breve rese disponibili le linee guida per supportare le amministrazioni locali nell’organizzazione di un Settimana della Mobilità di successo, mentre al link http://www.mobilityweek.eu/communication-toolkit/ è già disponibile un insieme di materiali di comunicazione liberamente utilizzabili.