La Biodiversità nella programmazione Comunitaria 2014-2020

La Direzione per la Protezione della Natura e del Mare è impegnata a garantire che negli strumenti di programmazione e di attuazione della Politica di coesione la biodiversità e i servizi ecosistemici siano tenuti nella giusta considerazione, al fine di raggiungere gli obiettivi previsti dalla Strategia Nazionale per la Biodiversità.

I fabbisogni di sviluppo, gli obiettivi tematici della programmazione, i risultati attesi e le azioni da realizzare tramite l’impiego dei fondi strutturali e di investimento europei (Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo sociale europeo, Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, Fondo europeo sugli affari marittimi e la pesca) sono individuati nell’Accordo di Partenariato Italia adottato nel 2014.

Le linee di intervento ambientali sono declinate negli obiettivi tematici (OT) 5 e 6, cui si aggiunge la componente dell’efficienza e del risparmio energetico declinata nell’OT 4.

In particolare nell’ambito dell’obiettivo tematico 6 (OT6) “Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse”, sono definite azioni e individuati risultati attesi riguardanti sia i servizi ambientali per i cittadini, sia la tutela e valorizzazione degli assets naturali e culturali, nonché il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche, ritenuti strategici per la crescita e lo sviluppo sostenibile del Paese. Nello specifico, le risorse FESR e FSE per parte comunitaria associate agli otto risultati attesi dell’obiettivo tematico 6, sono state suddivise come illustrato nel prospetto (tabella 1) che segue:

Nel complesso, le risorse FESR e FSE a disposizione delle Regioni e Province Autonome per il raggiungimento di questo specifico obiettivo sono pari a 2,3 miliardi di euro, di cui circa il 4% rivolto specificamente ad arrestare la perdita della biodiversità ed un ulteriore 6% a migliorare le condizioni di fruizione del patrimonio nelle aree di attrazione naturale.

A ciò, si aggiungono le risorse disponibili tramite il FEASR, che nel complesso dell’OT6 ammontano a 1.894,6 mln euro e quelle del FEAMP, pari a 215,5 mln euro. Il contributo dei quattro fondi (FESR, FSE, FEASR e FEAMP) per l’intero obiettivo tematico 6 (OT6) “preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse” raggiunge quota 4,4 miliardi di euro per il settennio 2014-2020.