Tu sei qui

Piano di Azione per il contrasto degli illeciti contro gli uccelli selvatici

Il 30 marzo 2017 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato con l’Accordo 37/CSR il Piano d’Azione nazionale per il contrasto degli illeciti contro gli uccelli selvatici. Il Piano è stato pubblicato in G.U. Serie Generale n.120 del 25 maggio 2017. Si tratta di una necessaria e concreta risposta al preoccupante fenomeno del bracconaggio ai danni degli uccelli selvatici, anche tenuto conto degli impegni assunti in sede comunitaria ed internazionale. Il Piano è frutto di un lungo lavoro di concertazione con tutte le parti coinvolte: amministrazioni pubbliche, portatori d’interesse e comunità scientifica.

Il Piano delinea le azioni che Ministeri, Regioni, Organi di vigilanza, ISPRA e portatori d’interesse si impegnano ad attuare per il contrasto agli illeciti contro gli uccelli selvatici e più in generale il patrimonio faunistico. Il Piano è articolato in 32 azioni, ripartite in cinque aree di intervento: contrasto diretto (11), contrasto indiretto (9), prevenzione (5), monitoraggio (5) e cabina di regia (2). Particolare rilevanza assumono l’impegno a un maggiore coordinamento degli interventi, il rafforzamento dei controlli da parte dei Carabinieri Forestali e dei Corpi di Polizia Provinciali, un’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

Piano di Azione per il contrasto degli illeciti contro gli uccelli selvatici