Tu sei qui

Mare, Velo: "ministero e regioni costiere firmano addendum ad accordo per monitoraggi strategia marina"

“Il Ministero dell’Ambiente e le 15 Regioni costiere italiane, con le rispettive Agenzie Regionali per la protezione ambientale, hanno firmato l’addendum all’Accordo per l’attuazione dei monitoraggi previsti dalla Direttiva Europea sulla Strategia Marina e dalle direttive Habitat ed Uccelli”. Lo rende noto la Sottosegretaria all’Ambiente, con delega al mare, Silvia Velo. “Le finalità dell’addendum – ha spiegato la Sottosegretaria Velo – sono collegate allo svolgimento delle attività di monitoraggio previste dalle Direttive Habitat e Uccelli, laddove siano significative anche ai fini dell’attuazione dei monitoraggi previsti dalla Strategia Marina. In particolare le specie e gli habitat marini oggetto delle attività di monitoraggio dovranno essere comprese negli allegati delle direttive 92/43/CE-Habitat e 2009/147/CE-Uccelli, oltre che dal Decreto Ministeriale dell’11 febbraio 2015. Per l’attuazione delle attività previste dall’addendum – ha continuato Velo – il Ministero dell’Ambiente ha stanziato 1,2 milioni di euro, un importo che va ad aggiungersi ai 9 milioni di euro previsti dall’accordo sottoscritto a dicembre 2014. Tre, invece, sono le sottoregioni marine individuate per l’attuazione delle attività: Mar Adriatico, comprendente le Regioni Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia; Mar Ionio, comprendente Sicilia, Calabria, Puglia e Basilicata; Mediterraneo Occidentale, composta da Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Prosegue, dunque – ha concluso Velo – l'impegno per la tutela e la salvaguardia delle acque del Mediterraneo da parte del Ministero dell’Ambiente e del Governo Italiano, attraverso l’attuazione della Direttiva Europea sulla Strategia Marina per raggiungere il buon stato ambientale delle acque marine entro il 2020”.

Aree 
Acqua