Firenze, 11 settembre 2017 – Si è tenuta oggi, a latere della Conferenza di alto livello dell’Alleanza Globale per la Geotermia, la seconda riunione del Comitato Congiunto istituito nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra Italia e Unione delle Comore per la cooperazione in campo ambientale.

La riunione ha dato l’opportunità alla Vice-Presidenza incaricata per il Ministero dell’Agricoltura, della Pesca, dell’Ambiente, della Gestione del Territorio e dell’Urbanismo dell’Unione delle Comore  di illustrare i dettagli di un progetto per la gestione dei rifiuti, soprattutto organici, sviluppato a seguito della missione tecnica di imprese e tecnici italiani svoltasi nel mese di marzo 2017.

Il progetto illustrato, si prefigge l’obiettivo di sostenere le gravi carenze del sistema per lo smaltimento e la gestione dei rifiuti soprattutto nella capitale, Moroni. Oltre a supportare il governo comoriano nell’elaborazione di un modello di gestione integrata dei rifiuti, è prevista la creazione di due o tre impianti per la produzione di biogas.

Nel corso delle prossime settimane, la Vice-presidenza finalizzerà la proposta progettuale completa che verrà poi sottoposta al Comitato Congiunto e per approvazione  nel corso della prossima riunione, prevista a Bonn nel mese di novembre 2017.

A seguito dell’incontro bilaterale avuto con il Ministro Galletti, alla riunione del Comitato Congiunto hanno partecipato anche il Vice-presidente incaricato per Ministero dell’Energia ed il suo consigliere speciale e sono state esplorate le possibilità di ampliare le attività previste nell’ambito del Protocollo d’Intesa in essere anche ai temi delle energie rinnovabili.