Tu sei qui

Libano: si è svolto il Beirut Energy Forum 2017

Beirut, 20 settembre 2017 – Si conclude oggi l’8° edizione del Beirut Energy Forum (18-20 settembre 2017), una delle più importanti piattaforme dell’area Mediorientale dedicata ai temi delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e dell’edilizia sostenibile.

L’evento ha riunito in questa edizione oltre 1.000 organizzazioni e imprese operanti a livello nazionale, regionale e internazionale, provenienti dal Libano e da numerosi altri Paesi dell’area mediterranea.

Questa edizione del Forum ha visto, per la prima volta, la partecipazione di una delegazione di imprese italiane, grazie alla collaborazione del MATTM e di ICE: partecipazione che ha dato vita a circa 170 incontri B2B.

Nel corso della seconda giornata ha inoltre avuto luogo un evento interamente dedicato alla presentazione della cooperazione ambientale che il MATTM ha posto in essere con i Paesi dell’Area del Nord Africa e del Medio Oriente, anche in attuazione degli impegni provenienti dall’Accordo di Parigi. L’evento è stato organizzato in collaborazione con UNEP, NREA (New and Renewable Energy Authority) e LCEC (Lebanese Center for Energy Conservation).

A riconoscimento della fattiva collaborazione in materia ambientale italo-libanese, che vede protagonisti il MATTM e l’LCEC, il Direttore Generale della DGSVI, Francesco La Camera, ha ricevuto l’Energy Ambassadors Awards, prestigioso riconoscimento istituito nel 2013 per premiare l’impegno e i risultati conseguiti, a livello nazionale libanese, nel settore dell’energia.

L’attenzione alle imprese italiane, che ha promosso e facilitato la loro partecipazione al Forum, si inserisce in una più ampia strategia sostenta dal Ministero dell’Ambiente, tesa a promuovere il sistema Italia. A questo fine, nel dicembre 2016, il Ministero dell’Ambiente ha siglato un accordo con la Banca del Libano (BdL) teso a rafforzare linee di finanziamento agevolato per progetti presentati da imprese libanesi nel campo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. Infatti, il Fondo istituito dall’accordo tra MATTM e BdL (pari a 5 mln di euro) prevede, nel caso di un coinvolgimento di imprese italiane o di utilizzo di tecnologia italiana, una copertura pari al 10% del totale del prestito ricevuto sotto il Programma Energetico Nazionale Libanese (NEEREA). 

 

Galleria fotografica

1 2  
Lo stand Italiano al Beirut Energy Forum 2017
 
3 4 5
La consegna degli Energy Ambassador Awards
6 7  
Gli incontri B2B con le imprese italiane
 
8 9  
Evento di presentazione della collaborazione ambientale del MATTM con i Paesi dell’Area del Nord Africa e del Medio Oriente
 

 

 

 

Aree 
Energia
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali (SVI)
Argomenti 
Energie rinnovabili
Sviluppo sostenibile