Tu sei qui

Acqua: lunedì la prima conferenza dell'osservatorio nazionale sui contratti di fiume

A Convegno alla Camera tra partecipanti Degani, Realacci, Braga. Saranno presentate esperienze italiane, oggi oltre 250 tra Contratti attivi e in promozione

Roma, 2 feb – Si riunisce lunedì 5 a Roma, nell’aula dei gruppi parlamentari della Camera, laPrima Conferenza dell’Osservatorio nazionale dei Contratti di Fiume, istituito lo scorso novembre presso il Ministero dell’Ambiente. Sono oltre 250, tra quelli attivi e in promozione, i Contratti di Fiume su tutto il territorio nazionale: riguardano i corsi d’acqua ma anche i laghi, le coste e le falde, riunendo attori pubblici e privati interessati alla buona gestione di un bene comune. L’Osservatorio nazionale è una struttura centrale di indirizzo e coordinamento  per  l’attuazione dei CdF in stretta relazione con Regioni e Autorità di Bacino Distrettuale e con la collaborazione di ISPRA e  del Tavolo Nazionale di Contratti di Fiume. L’Osservatorio sarà supportato da una bancadati , a scala nazionale,  funzionale  a seguire le evoluzioni dei processi, i punti di forza ed eventuali criticità, favorendo scambi e collaborazioni di esperienze tra le realtà italiane.

Nel corso delle sessioni di lavoro della mattina saranno all’attenzione della platea i racconti e le esperienze di molti Contratti di Fiume, dal Lambro al Tevere, fino all’Ofanto e alla Bassa Valle del Coghinas in Sardegna. Aprirà i lavori del pomeriggio il sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, mentre questi si concluderanno con una tavola rotonda “Verso una strategia nazionale dei Contratti di Fiume” alla quale prenderanno parte rappresentanti di istituzioni, associazioni e del settore economico. Promosso e coordinato dal Ministero, l’Osservatorio rientra nel Progetto CReIAMO PA(“Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”), finanziato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, che ha l’obiettivo di migliorare la qualità e l’efficacia nell’attuazione delle politiche ambientali ai vari livelli di management:  “CReIAMO PA” vede la collaborazione di Ministero dell’Ambiente, Agenzia per la Coesione Territoriale, Dipartimento della Funzione Pubblica e Sogesid Spa, la società in house providing del Ministero dell’Ambiente. L’evento è organizzato in collaborazione con l’XI Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume.  

Per accrediti contattare l’ufficio stampa della Camera dei Deputati

Consulta il programma

Aree 
Acqua
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque (STA)