Tu sei qui

Ambiente: Degani su Art.35 sblocca Italia

"Lo schema di decreto attuativo dell’art.35 dello Sblocca Italia non prevede nuovi inceneritori in Veneto. Il decreto è un provvedimento che, nel rispetto della programmazione regionale, riguarda l’intero territorio nazionale. L’intera area geografica del Nord Italia è autosufficiente nel trattamento termico dei rifiuti urbani. Questo nonostante un elevato fabbisogno residuo di incenerimento in Liguria (234.786 tonn/anno) e in Veneto (174.759 tonn/anno). Di conseguenza non servono altri inceneritori per tutto il Nord Italia". E’ quanto dichiara il Sottosegretario all’ambiente Barbara Degani.  

"Le vittorie hanno sempre molti padri e le sconfitte nessuno, ma ci sorprende leggere dichiarazioni, come quella dell’assessore Bottacin, in cui ci si intestano epiche battaglie contro nuovi inceneritori proposti o addirittura imposti dal Governo. Come abbiamo già avuto modo di ricordare, quando lo stesso assessore affermava che l’imposizione sarebbe arrivata addirittura nella legge di stabilità, il merito di questo risultato sta nella continua attuazione di buone pratiche di gestione dei rifiuti da parte delle singole amministrazioni locali e soprattutto dei cittadini veneti. Grazie a questi risultati gli obiettivi più ambiziosi del Veneto in termini di raccolta differenziata sono stati considerati un criterio fondamentale per le compensazioni tra regioni. Per questo i cittadini non meritano battaglie contro i mulini a vento perché inventare i problemi per poi far finta di risolverli non è una forma di buon governo" conclude Degani.

Aree 
Programmi Comunitari