Tu sei qui

Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione

Venerdì, 17 Giugno 2016

 

“Protect Earth. Restore Land. Engage People”

“Proteggere la Terra. Ripristinare il territorio. Coinvolgere le persone”

 

Il 17 Giugno si celebra, in tutto il mondo, la “Giornata Mondiale delle Nazioni Unite per la lotta alla Desertificazione (WDCD)”.

Il tema proposto dalla Convenzione delle Nazioni Unite per la Lotta alla Desertificazione e agli effetti della Siccità – UNCCD – per la celebrazione della Giornata 2016 è “Cooperazione inclusiva per raggiungere la neutralità del degrado del suolo” con l’invito a “Proteggere la Terra. Ripristinare il territorio. Coinvolgere le persone”, in linea le indicazioni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per il periodo 2015-2030, stabiliti dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel settembre 2015.

La protezione del territorio e del suolo, considerato un problema globale, che coinvolge tutti, è stato inserito negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2015-2030, nell’Obiettivo 15 “Proteggere, restaurare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, lotta alla desertificazione, e fermare e invertire il degrado del suolo ed arrestare la perdita di biodiversità” ed in particolare il target collegato 15.3 che invita “Entro il 2030, combattere la desertificazione, ripristinare il territorio e il suolo, compresi i terreni colpiti da desertificazione, siccità e inondazioni e attuare sforzi per realizzare una neutralità del degrado del territorio a livello globale” “.

L’invito della WDCD 2016 è quello di attuare una collaborazione e cooperazione, tra le istituzioni ed i soggetti interessati, sulle problematiche collegate al territorio ed al suolo, attribuendo ad essi un ruolo centrale per ottenere un importante risultato contro le sfide ambientali, come la lotta ai cambiamenti climatici, la protezione delle risorse naturali, idriche ed energetiche, con l’obiettivo finale di favorire la qualità della vita e l’eradicazione della fame e della povertà per tutti.

Anche in Italia è sempre più grande la consapevolezza della gravità dei problemi del suolo e l'importanza della sua protezione è ormai riconosciuta a tutti i livelli, politico, scientifico, come pure nei diversi settori coinvolti. Proteggere il suolo dalle minacce causate dai cambiamenti climatici, dallo sfruttamento delle risorse naturali e da una gestione non-sostenibile del territorio è fondamentale. Bisogna riconoscere, peraltro, al suolo una specifica importanza economica e sociale e, in particolare, il suo contributo alla sostenibilità.

Il Ministero, nel 2015, in vista dell’evoluzione della nuova governance internazionale e nazionale in tema di suolo e territorio, ha aderito al progetto, promosso dal Segretariato della UNCCD, sugli indicatori di Land Degradation Neutrality, per la sperimentazione di metodologie e definizioni di target nazionali di Land Degradation Neutrality.   Il progetto nasce per sostenere i paesi partecipanti a definire metodi e criteri per l’individuazione delle aree di degrado e di miglioramento, in modo da pianificare le misure di prevenzione sia riducendo gli impatti che riabilitando i terreni degradati.

La cooperazione a livello internazionale, nazionale e regionale per proteggere e risanare il suolo, in un contesto sostenibile, è sostanziale per il raggiungimento di tali obiettivi.

 

Aree 
Territorio
Programmi Comunitari
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque (STA)