Tu sei qui

Missione Sistema Italia - Argentina: delegazione italiana dal presidente Macri per rafforzare relazioni bilaterali

Presenti anche rappresentanti del Ministero dell’Ambiente per avviare attività di cooperazione su progetti ambientali

 

A circa  quattro mesi dalla visita del premier Matteo Renzi in Argentina, una delegazione italiana guidata dal viceministro dello Sviluppo economico Ivan Scalfarotto e costituita dal Maeci, Mise e Mattm, 150 imprese, 12 università e 5 banche ha incontrato nei giorni scorsi il presidente Mauricio Macri per annunciare un programma di investimenti e di cooperazione congiunta Italia - Argentina. 

L’obiettivo della “Missione Sistema Paese” è stato l’attuazione immediata del meccanismo di assicurazione finanziaria dello Stato italiano per gli imprenditori che investono all’estero attraverso la Sace, nel settore dell’agroindustria, automotive, energia e green technologies e infrastrutture. "Per la storia e i legami umani tra i nostri paesi dobbiamo migliorare le relazioni bilaterali e creare meccanismi di cooperazione economica e finanziaria in grado di portare benefici ad entrambi i paesi”, ha dichiarato l'ambasciatore italiano in Argentina, Teresa Castaldo “tutto il sistema business e governativo italiano – ha concluso l’ambasciatore - è stato messo a disposizione per garantire di passare dalle parole ai fatti e di approfondire le relazioni bilaterali".

In campo ambientale, il lancio della collaborazione italo-argentina è stato al centro della visita a Buenos Aires del Ministero dell’Ambiente, rappresentato dalla Direzione Sviluppo Sostenibile. In tale ambito e con il supporto dell’Ambasciata di Italia a Buenos Aires, sono stati svolti significativi incontri bilaterali con il Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile, il Ministero dell’Interno e delle Opere Pubbliche, il Ministero di Scienza e Tecnologia, il Ministero del Turismo e la Città Autonoma di Buenos Aires.

Aree 
Programmi Comunitari
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali (SVI)