Tu sei qui

PON GAS: a Siracusa la conferenza sull'impronta ambientale e i flussi di energia

Il 22 e 23 ottobre al Castello Maniace
 Si svolgerà a Siracusa il 22 e 23 ottobre, nell’ambito del Progetto “PON GAS Ambiente”, la Conferenza “Impronta ambientale e analisi e contabilità dei flussi di materia ed energia nel contesto della sfida dell’economia circolare”. L’evento si terrà presso la sede del Consorzio Plemmirio, al Castello Maniace.

Obiettivo delle due giornate organizzate dal ministero dell’Ambientel’approfondimento, il confronto e la discussione su temi strategici legati alla sfida dell’economia circolare, come l’impronta ambientale e l’analisi dei flussi di materia ed energia.  L’iniziativa si inserisce nella linea di intervento “Sviluppo sostenibile”, azione 7A “Azioni orizzontali per l'integrazione ambientale” del Programma operativo nazionale governance e azioni di sistema 2007-2013 (finanziato del Fondo sociale europeo).

Un obiettivo in linea con il Green Act che il ministero sta definendo e che sarà centrale nell'elaborazione della prossima Strategia di sviluppo sostenibiledell'Italia. La valutazione dell’impronta ambientale di prodotti e organizzazioni, infatti, così come la conoscenza dei flussi di materia e il loro inserimento in unquadro integrato, costituiscono un presupposto essenziale per la valutazione e il controllo delle pressioni che il sistema economico esercita sull'ambiente naturale.

La Conferenza, coerentemente con le altre iniziative sinora realizzate, è rivolta in maniera prioritaria ai rappresentanti della pubblica amministrazione delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia), ma è aperta anche a liberi professionisti del settore e ad altri stakeholders.

Nella giornata di apertura dei lavori si farà il punto sui nuovi indirizzi nazionali ed europei nell’ambito dell’economia circolare e sul ruolo strategico della misurazione dell’impronta ambientale dei prodotti e delle organizzazioni. In particolare la mattinata del 22 ottobre sarà dedicata alle misure che l’Unione europea sta mettendo in atto per realizzare la transizione dall’economia lineare a quella circolare. Inoltre sarà presentato il programma italiano per la valutazione dell’impronta ambientale, con l’analisi di alcuni casi particolarmente virtuosi. Per il pomeriggio del 22 ottobre è previsto un focus sullo sviluppo degli appalti pubblici verdi. Si analizzeranno anche casi di sinergie tra strumenti di finanziamento europei per progetti di economia circolare.

La giornata del 23 sarà aperta da un intervento del Direttore della Direzione generale per lo sviluppo sostenibile del ministero dell’Ambiente, Francesco La Camera, Capo negoziazioni internazionali sul clima di Parigi 2015, e sarà interamente dedicata all’analisi e alla contabilità dei flussi di materia ed energia e alla loro importanza ai fini di una strategia regionale, nazionale ed internazionale di sviluppo sostenibile.
Il programma dell’evento e la relativa scheda di iscrizione sono disponibili sul sito web del progetto al seguente link
 

Aree 
Programmi Comunitari