Tu sei qui

Pubblicazione versione consolidata del documento “Indicatori per la misurazione dell'economia circolare" e relazione di resoconto della consultazione pubblica

Al fine di consolidare il documento “ECONOMIA CIRCOLARE ED USO EFFICIENTE DELLE RISORSE - INDICATORI PER LA MISURAZIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE” sotto il profilo operativo e applicativo, e renderlo quanto più funzionale al sistema Italia, la Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento del MATTM ha avviato una consultazione pubblica, iniziata il 30 luglio 2018 e terminata il 1 ottobre 2018. I partecipanti alla consultazione (imprese, organizzazioni, istituzioni e altri soggetti pubblici o privati) sono stati invitati a compilare un questionario e/o a inviare commenti aperti.

Sulla base dei dati acquisiti nella consultazione, la Direzione RIN, in collaborazione con le altre DG del MATTM (SVI e CLE) e il Mise, e con il supporto il Dipartimento Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali (SSPT) dell’ENEA, ha predisposto la versione consolidata del documento “ECONOMIA CIRCOLARE ED USO EFFICIENTE DELLE RISORSE - INDICATORI PER LA MISURAZIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE” e la relazione Resoconto della consultazione pubblica del documento “ECONOMIA CIRCOLARE ED USO EFFICIENTE DELLE RISORSE. Indicatori per la misurazione dell’economia circolare” , ove sono illustrati i risultati della consultazione medesima.

Il documento “ECONOMIA CIRCOLARE ED USO EFFICIENTE DELLE RISORSE - Indicatori per la misurazione dell’economia circolare”, elaborato dal MATTM e dal MISE, con il supporto tecnico e scientifico dell’ENEA, assumono a riferimento il sistema europeo di monitoraggio e rappresenta una prima proposta operativa di schema della “circolarità” a livello macro (sistema paese), meso (regione, distretto, settore, ecc.) e micro (singola impresa, organizzazione, amministrazione).

Gli indicatori contenuti nel documento non sono, tuttavia, da considerarsi esaustivi, ma rappresentano la base di partenza per arrivare, in futuro, all’individuazione della/delle migliore/i soluzione/i perseguibili per il sistema Italia in termini di massimizzazione dei benefici economici e di salvaguardia delle risorse.

Alla consultazione hanno partecipato 87 soggetti, di cui 67 in rappresentanza dell’organizzazione per cui lavorano e 20 come privati cittadini (Figura 1). In aggiunta a questi sono pervenuti 8 documenti con commenti aperti al documento.

 


Figura 1. Organizzazione del questionario per la consultazione

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)