Tu sei qui

Sostenibilità: il corso di formazione VIVA E SQNPI rilancia il progetto di gestione sostenibile del settore vitivinicolo

Roma, 13 dicembre 2018 – Dal 12 al 14 dicembre a Roma, una tre giorni all’insegna della formazione per gli operatori di azienda consulenti e agronomi, aperta da un focus di aggiornamento sul lavoro di  integrazione tra i due standard VIVA (La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia) e SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale sulla produzione Integrata).

Si tratta di un ulteriore passo verso l’applicazione di uno standard di gestione sostenibile del settore vitivinicolo misurabile e accreditato che sia un riferimento unico per le produzioni italiane. Nonché un biglietto da visita per i prodotti made in Italy sui mercati internazionali, per il quale è in fase di definizione un programma di lavoro condiviso tra i Ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole.

Questo percorso si sviluppa in virtù di un decreto interministeriale firmato dai due dicasteri nel settembre del 2017.

Ulteriori dettagli:

VIVA “La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia” nasce nel 2011 come progetto nazionale pilota con lo scopo di misurare e migliorare le prestazioni di sostenibilità della filiera vite-vino. Grazie all’individuazione di quattro indicatori (Aria, Acqua, Territorio e Vigneto), accompagnati dai relativi disciplinari, le aziende che aderiscono al programma possono misurare l’impatto della loro produzione in termini di sostenibilità ed intraprendere in tal modo un percorso di miglioramento. Il progetto del Ministero dell’Ambiente si avvale del supporto scientifico del Centro Opera dell’Università Cattolica di Piacenza.

 

Il Sistema di Qualità Nazionale sulla produzione Integrata (SQNPI) è un sistema agricolo di produzione a basso impatto ambientale, in quanto prevede l’uso coordinato e razionale di tutti i fattori della produzione allo scopo di ridurre al minimo il ricorso a mezzi tecnici che hanno un impatto sull'ambiente o sulla salute dei consumatori.

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali (SVI)
Argomenti 
Sviluppo sostenibile