Il Ministero dell’Ambiente assicura, per le materie di competenza istituzionale, il contributo dell’Italia al processo negoziale nell’ambito dei principali trattati internazionali e accordi multilaterali in materia ambientale (Multilateral Environmental Agreements, MEAs).

Tale contributo si realizza sia tramite la diretta partecipazione alle riunioni degli organi decisionali e agli specifici gruppi di lavoro previsti da ognuno di questi trattati e accordi, sia attraverso il coordinamento con il Ministero degli Affari Esteri nell’ambito della politica estera nazionale e comunitaria.

Il Ministero italiano dell’Ambiente partecipa, inoltre, ad attività e specifici programmi promossi dalle principali organizzazioni internazionali (in primis le Nazioni Unite), dai loro organi sussidiari e dai loro istituti e agenzie specializzate, con un particolare focus su protezione dell’ambiente, promozione dello sviluppo sostenibile e lotta ai cambiamenti climatici.

In questo quadro, il Ministero partecipa ai lavori di alleanze e partenariati strategici rafforzando, al contempo, i rapporti istituzionali con i principali paesi di interesse per la cooperazione bilaterale in campo ambientale. Attraverso meccanismi di contribuzione di natura obbligatoria e/o volontaria definiti sulla base delle regole condivise nelle sedi internazionali di riferimento, il Ministero cofinanzia la promozione di iniziative e progetti finalizzati, in particolare, a promuovere tecnologie pulite, risparmio energetico, energie rinnovabili e, in questa prospettiva, nuove opportunità di lavoro e investimento.