L'Accordo sulla conservazione degli uccelli acquatici migratori dell'Africa-Eurasia

 

Obiettivi


L'Accordo sulla conservazione degli uccelli acquatici migratori dell'Africa-Eurasia, noto anche come AEWA, abbreviazione di Agreement on the Conservation of African-Eurasian Migratory Waterbirds, è un trattato indipendente internazionale che ha lo scopo di conservare gli uccelli acquatici migratori elencati nell’Allegato 2 dell’Accordo, in un’area geografica che interessa l’Africa, l’Europa, l’Asia Occidentale, la Groenlandia e il Canada nord-orientale (allegato 1 dell’accordo). Concluso nell’ambito della Convenzione sulle Specie Migratrici il 18 giugno 1995 a L'Aia in Olanda, è entrato in vigore il 1º novembre 1999.

 

Adesioni


Aderiscono all’Accordo 62 Paesi più l’Unione Europea (1 febbraio 2010).

 

Entrata in vigore


1 settembre 2006.

 

Organi decisionali


Meeting delle Parti (MOP)
Il Meeting delle Parti è l’organo decisionale dell’Accordo. Si riunisce ogni tre anni. Tra le sue funzioni,vi è l’adozione del budget, la formulazione di raccomandazioni alle Parti, l’adozione di particolari misure per il rafforzamento dell’efficacia dell’Accordo, la valutazione e decisione di proposte di emendamento all’Accordo.

 

Comitato Tecnico
Fornisce pareri scientifici e tecnici alla MOP e formula raccomandazioni relative al Piano d’Azione, all’implementazione dell’Accordo e alle attività di ricerca da svolgere.

 

Le attività


Le Parti sono chiamate ad impegnarsi in un’ampia gamma di azioni di conservazione descritte nel Piano d’Azione. Questo piano dettagliato affronta questioni chiave quali la conservazione delle specie e degli habitat, la gestione delle attività umane, la ricerca e il monitoraggio, l’educazione, l’informazione e l’implementazione.

 

Documenti


Rapporto Nazionale (pdf, 612 KB)

 

Contatti


Segretariato AEWA
UN-Premises
Hermann-Ehlrs-Str. 10
53113 Bonn, Germany
Tel: (+49) 228 815 2414
Fax: (+49) 228 815 2450
E-mail: aewa@unep.de
www.unep-aewa.org

 

Arch. Felice Cappelluti, funzionario responsabile per le Convenzioni Internazionali Biodiversità.
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Direzione Generale Protezione della Natura e del Mare
Divisione II - Biodiversità
Via Capitan Bavastro 174, 00154 Roma (Italia)
Tel. +39 06 5722 8403
cappelluti.felice@minambiente.it

 

Focal Point tecnico-scientifico Dott. Alessandro Andreotti
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA)
Via Ca’ Fornacetta 9
40064 Ozzano Emilia (BO)
Tel. +39 051 6512111
Fax +39 051 796628
alessandro.andreotti@isprambiente.it