Tu sei qui

Agenda

    2018

 

Convegno "Circular Economy: le Direttive europee appena approvate"

La Fondazione per lo sviluppo sostenibile organizza un convegno di approfondimento sul tema “Circular Economy: le Direttive europee appena approvate“ il 2 febbraio 2018 a Roma presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente.

Il convegno si propone di analizzare le modifiche approvate alle direttive europee sui rifiuti, valutarne la portata e le implicazioni rispetto alla normativa vigente e alle problematiche delle diverse filiere di gestione dei rifiuti.

Informazioni e programma:
https://www.fondazionesvilupposostenibile.org/convegno-circular-economy-direttive-europee-appena-approvate/#more-13137

 

    2017

 

Consumo e produzione sostenibili – Un focus sull’Italia

Il 21 novembre sono stati presentati e discussi a Roma, presso il Ministero dell’Ambiente, due report curati dall’European Environmental Bureau (EEB), il più importante network europeo di organizzazioni civiche sui temi ambientali e dello sviluppo sostenibile. Del network fanno parte attualmente 140 organizzazioni di oltre 30 paesi, rappresentanti circa 15 milioni di cittadini europei.

Il primo rapporto, dal titolo “Policy options for a circular economy” contiene alcune raccomandazioni per l’Italia sui miglioramenti che si possono introdurre a breve, medio e lungo termine per migliorare la “circolarità” dei prodotti e dei materiali.

Di più, con meno. Esempi rilevanti di iniziative spontanee di economia circolare e indicazioni per i decisori politici”, questo il titolo del secondo report, ha preso le mosse dalla domanda sulle modalità con le quali i consumatori possono partire dall’economia circolare e mette in evidenza le opzioni disponibili oggi per i cittadini, con esempi concreti di percorsi di consumo legati alla circolarità dei beni.

In occasione del convegno sono stati inoltre presentati i video su alcune buone prassi italiane di economica circolare realizzati da EEB in collaborazione con Legambiente.

E’ seguito un panel di esperti che hanno portato la loro esperienza sull’economia circolare. Di seguito i nominativi: Francesco La Camera, Direttore Generale della Direzione Generale Sviluppo Sostenibile, Ministero dell’Ambiente; Alessandro Giuliano Peru, Direzione Generale della Direzione Generale Sviluppo Sostenibile, Ministero dell’Ambiente; Stephane Arditi, Policy manager on circular economy, European Enviromental Bureau; Stefano Leoni, Fondazione per lo sviluppo sostenibile; Laura Cutaia, Laboratorio Valorizzazione delle risorse nei sistemi produttivi e territoriali, ENEA; Riccardo Rifici, Direzione Generale per il Clima e l’Energia, Ministero dell’Ambiente; Simona Rossi, Direzione Generale per i Rifiuti e l’Inquinamento, Ministero dell’Ambiente; Cecilia Cellai, Dirigente Settore Sviluppo Sostenibile e Re.Te. PNR, Tecnostruttura delle Regioni per il Fse; Davide Sabbadin, Responsabile efficienza energetica, Legambiente; Raffaele Tiscar, Capo di Gabinetto del Ministro dell’Ambiente.
 

    2016

 

“The EXPO we learned. L’eredità di un grande evento nella prospettiva dell’Economia circolare” (Nairobi, 26 maggio 2016)

Al fine di valorizzare e divulgare l’eredità ambientale di Expo Milano 2015, il Ministero dell’Ambiente ha presentato il lavoro svolto in questi anni sulla sostenibilità dei grandi eventi durante la seconda sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEA-2 ), riunita a Nairobi, sul tema dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

In tale occasione il Ministero ha pubblicato un testo tecnico-divulgativo, realizzato in collaborazione con Expo 2015 Spa, Politecnico di Milano e IEFE Bocconi. Il documento presenta la strategia per la sostenibilità messa in campo durante l’Esposizione milanese, in particolare nel campo delle strutture temporanee, dell’uso efficiente delle risorse, dei requisiti “green” dei prodotti e della gestione dei rifiuti, nell’ottica di una conversione “circolare” dei sistemi di produzione e consumo.

 

L’Economia circolare: sfide e opportunità per le filiere della moda (Milano, 20 maggio 2016)

L’incontro, che si è tenuto presso l’Università Bocconi, ha consentito di approfondire strumenti e soluzioni per migliorare la “circolarità” dei cicli produttivi, distributivi, di consumo e di recupero nei settori dell’abbigliamento e degli accessori della moda italiana.

 

La Simbiosi Industriale in Italia: l'Esperienza ENEA (12 maggio 2016, Roma)

L’evento, realizzato nella sede dell’ENEA, è stato l’occasione per presentare l’esperienza dell’Agenzia nel campo della Simbiosi Industriale quale strumento utile di pianificazione territoriale per la valorizzazione locale delle risorse, nonché come indubbio fattore di eco-innovazione e di arricchimento per l’intero territorio nazionale. Nel corso del convegno ci sono stati momenti di confronto su nuove idee e sul sostegno all’economia circolare.

 

Le certificazioni accreditate per il GPP (8 aprile 2016, Milano)

L'incontro, che si è svolto in Camera di Commercio con il patrocinio di Accredia, ha avuto lo scopo di informare le aziende sull'opportunità offerta dal “mercato regolamentato” del GPP (Green Public Procurement) nell'ottica di fare chiarezza sui requisiti che le certificazioni devono possedere per poter servire alle Aziende in questo contesto e per evitare loro costi legati a marchi “non accreditati”.

 

"Sustainability Day" - Presentazione del progetto C.E.R.C.A. Circular Economy come risorsa competitiva per le aziende (15 marzo 2016, Milano)

L’incontro formativo, previsto nell’ambito del convegno “Sustainability Day”, è stato dedicato al lancio del progetto C.E.R.C.A. - Circular Economy come Risorsa Competitiva per le Aziende - condotto da GEO/Green Economy Observatory IEFE Bocconi e il Green Economy Network di Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza.

 

Il ruolo del GPP per le strategie di politica ambientale alla luce del Collegato Ambientale (23 febbraio 2016, Roma)

L’evento ha avuto come obiettivo il confronto su temi di rilevante importanza al fine di promuovere iniziative e misure per un'economia sostenibile e per l'uso efficiente e razionale delle risorse naturali.

Per consultare gli atti del convegno: http://www.minambiente.it/pagina/atti-del-convegno-il-ruolo-del-gpp-le-strategie-di-politica-ambientale-alla-luce-del

 

    2015

 

Seminario tecnico su Economia circolare nell’edilizia (3 dicembre 2015, Bari)

Obiettivo del seminario, organizzato con il patrocinio della Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti e della Regione Puglia, è stato l’approfondimento del modello di economia circolare applicabile all’edilizia per un uso più efficiente e sostenibile delle risorse naturali secondo un approccio di ciclo di vita e l’analisi dei nuovi criteri ambientali minimi degli appalti pubblici verdi per l’edilizia. L’attenzione per il comparto edile è stata focalizzata sull’individuazione di strategie e metodologie per la valutazione della performance ambientale complessiva degli edifici e la valorizzazione dei materiali sia in fase di cantiere sia con audit di pre-demolizione per qualificare e quantificare le risorse che possano essere separate e recuperate.

 

Workshop su Economia circolare dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (29-30 ottobre 2015, Copenhagen)

L'evento, aperto agli stakeholder della società civile e ai rappresentanti dei governi degli Stati membri, ha lanciato una piattaforma per il networking e lo scambio di opinioni su come considerare gli aspetti di sostenibilità legati all’economia circolare oltre a quelli inerenti ai flussi di rifiuti e di materia. Per ulteriori informazioni:
http://eionet2.irceline.be/nfp/library/2.-themes/waste-scp-resource-efficiency-green-economy/meetings/2015-eea-stakeholder-meeting-circular-economy-29-30-10-2015-copenhagen/

Presentazioni:
- Sessione 1
- Sessione 2
- Sessione 3
- Sessione 4a
- Sessione 4b
- Sessione 5
- Sessione 6

 

“L’Impronta ambientale e analisi e contabilità dei flussi di materia ed energia nel contesto della sfida dell’economia circolare” (22-23 ottobre 2015, Siracusa)

Il Consorzio Plemmirio ha ospitato nel castello Maniace di Siracusa la Conferenza “L’Impronta ambientale e analisi e contabilità dei flussi di materia ed energia nel contesto della sfida dell’economia circolare” nell’ambito del Progetto “PON GAS Ambiente”. Dal seguente link è possibile scaricare gli interventi dei relatori:
http://www.pongas.minambiente.it/prodotti-e-materiali-home/viewcategory/252-22-23-10-2015-impronta-ambientale-e-analisi-e-contabilita-siracusa

 

Conferenza degli Stakeholders su Economia circolare (25 giugno 2015, Bruxelles)

La Commissione europea, nell’ottica di proporre un nuovo e più ambizioso pacchetto sull’Economia circolare entro la fine del 2015, ha organizzato una serie di eventi al fine di raccogliere i punti di vista delle parti interessate sul questa iniziativa politica, tra cui una Conferenza preparatoria svoltasi a Bruxelles nel giugno del 2015.