Città del Messico, 3 marzo 2017 - A seguito del Protocollo d’Intesa firmato a Roma a luglio 2016, il Ministero dell’Ambiente Italiano e il Ministero dell’Ambiente e delle Risorse Naturali (SEMARNAT) degli Stati Uniti Messicani si sono riuniti per svolgere il primo Comitato Congiunto il 3 marzo scorso. In tale contesto, hanno approvato le Regole di Procedure, le Linee Guida per la Cooperazione Bilaterale e il Programma di Lavoro che dà il via alla cooperazione Italia-Messico nell’ambito della mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico, la biodiversità e le aree naturali protette.

Le attività si focalizzeranno sui sistemi di allerta meteorologica “early warning”, monitoraggio, valutazione e rendicontazione dei dati sul cambiamento climatico (MRV) e aree marine protette.

Nello specifico, la promozione dei sistemi di allarme meteorologica e gestione del rischio (early warning and risk assessment) mirano a rafforzare i sistemi preventivi per ridurre la vulnerabilità del paese ai fenomeni legati ai cambiamenti climatici. Particolare attenzione verrà rivolta anche alla biodiversità e alle aree marine protette.

Inoltre, le azioni di supporto al monitoraggio, valutazione e rendicontazione nell'attuazione delle politiche e azioni per la lotta ai cambiamenti climatici e, in particolare, agli impegni di mitigazione e di adattamento, assunti dal paese (inclusi i cosiddetti “Intended Nationally Determined Contributions”-INDC), saranno di fondamentale importanza nell’attuazione della propria strategia nazionale.

E’ stata infine delineata una possibile cooperazione di tipo triangolare che vedrebbe il coinvolgimento, oltre che dell’Italia e del Messico, di un paese terzo.