Bonn, 16 maggio 2017 – A margine della Climate Change Conference delle Nazioni Unite, si è svolta a Bonn la prima riunione del Comitato Congiunto istituito nell’ambito dell’Accordo Tecnico tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare italiano ed il Ministero dell’Ambiente delle Foreste e del Cambiamento Climatico della Repubblica Federale Democratica di Etiopia.

Nel corso dell’incontro, sono stati discussi e approvati i documenti che regoleranno la cooperazione tra i due Paesi (Regole di Procedura, Principi Guida del Meccanismo di Cooperazione Bilaterale, Documento Finanziario).

È stato, inoltre, approvato il Piano di Lavoro, che tiene conto delle priorità stabilite dall’Etiopia nella Climate Resilient Green Economy Strategy (CRGE) - la strategia elaborata nel 2011 per far fronte alla sfida dei cambiamenti climatici - e nel Contributo Volontario Nazionale (NDC) presentato nell’ambito dell’Accordo di Parigi di dicembre 2015. Identificati i seguenti settori di cooperazione:

• raccolta e gestione di dati climatici e sistemi di early warning (allerta meteo e risposta immediata ai danni causati da fenomeni estremi);
• conservazione e gestione del patrimonio forestale;
• agricoltura sostenibile (aumento della produttività agricola, minimizzazione dell’insicurezza alimentare, miglioramento della resilienza ai cambiamenti climatici attraverso la diversificazione e selezione delle varietà agricole ed agro-forestali);
• gestione delle risorse idriche (miglioramento dei sistemi di irrigazione, trattamento, risparmio e raccolta delle acque);
• riduzione delle emissioni di gas serra;
• capacity building rivolta alle istituzionali locali per promuovere: l’elaborazione, valutazione e monitoraggio di progetti; l’edilizia sostenibile e lo sviluppo di città verdi; l’analisi degli impatti dei cambiamenti climatici e l’identificazione delle più appropriate politiche e strategie nazionali per farvi fronte.