Tu sei qui

Conferenza Nazionale per la Biodiversità e workshop preparatori

La «Carta di Siracusa per la Biodiversità», promossa dall’Italia attraverso il Ministero dell’Ambiente e sottoscritta dai Paesi presenti al G8 Ambiente del 2009, ha evidenziato le relazioni tra biodiversità, servizi degli ecosistemi, cambiamenti climatici e sviluppo economico.

In tale ottica, il Ministero dell'Ambiente ha presentato, il 13 aprile 2010, agli altri Ministeri, alle Regioni e alle Aree Naturali Protette di valenza nazionale, una prima bozza della Strategia Nazionale per la Biodiversità, come documento preliminare su cui avviare il processo di condivisione con i diversi attori istituzionali, sociali ed economici interessati. Tale percorso ha previsto l’organizzazione di tre Workshop territoriali, un incontro dedicato al coinvolgimento delle Aree Naturali Protette e la  Conferenza Nazionale per la Biodiversità. Nel corso di tale eventi, sono stati raccolti contributi che hanno poi portato all’elaborazione della stesura definitiva della strategia.

 

Confrenza Nazionale per la Biodiversità


La Conferenza si è tenuta dal 20 al 22 maggio 2010 a Roma presso l’Aula Magna dell’Università Sapienza e, come sottolineato dal Ministro Stefania Prestigiacomo nel discorso di presentazione, ha avuto come obiettivo “la formulazione condivisa di elementi che permettano la costruzione di una Strategia Nazionale per la Biodiversità che consenta all’Italia di affrontare efficacemente le sfide e gli impegni del prossimo decennio”.

L’evento è stato articolato in tavole rotonde, tavoli tematici e sedute plenarie, nelle prime due giornate, e in una cerimonia alla presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, nella giornata conclusiva, nel corso della quale è stata annunciata l’intenzione di elaborare una legge quadro che, partendo proprio dalla tutela generale della biodiversità, ridefinisca anche il Sistema delle Aree protette. (Scarica il programma).

Al termine della cerimonia, il Ministro Prestigiacomo ha consegnato la targa speciale di "Ambasciatore per la Biodiversità" a personalità del mondo scientifico, giornalistico, economico e sociale che si sono distinte per impegno e sensibilità nel campo ambientale (Reinhold Messner, Folco Quilici, Licia Colò, Massimiliano Ossini, Donatella Bianchi, Maria Teresa Spagnoletti, Eugenio Garavini, Massimo Frezzotti, Fulco Pratesi).
La Conferenza si è chiusa in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità (22 maggio) e ha dato l’avvio all’iniziativa “Natura Aperta” (23 maggio) che ha coinvolto le Aree Naturali Protette, le Oasi e gli Orti Botanici Italiani.

 

I Workshop
“Dalla carta di Siracusa alla Strategia Nazionale: verso la conferenza nazionale per la biodiversità


I Workshop, unitamente all’incontro specifico dedicato al ruolo delle Aree Naturali Protette, hanno costituito delle occasioni di incontro e confronto tecnico-scientifico sull’impostazione dei contenuti della bozza di Strategia Nazionale. 
I tre workshop territoriali hanno coinvolto autorevoli esperti del mondo accademico e scientifico ed enti locali del nord (Padova - 6 maggio 2010), del centro (Firenze - 29 aprile 2010), e del sud Italia (Napoli - 13 maggio 2010).

Il Parco Nazionale del Circeo (Sabaudia - 11 maggio 2010) ha ospitato l’incontro dedicato alla raccolta dei contributi delle Aree Naturali Protette alla definizione della Strategia Nazionale.

Risultato dei Workshop preparatori è stato quello di elaborare una visione comune sugli obiettivi strategici per la conservazione della biodiversità nel nostro Paese, nonchè raccogliere le osservazioni sulle 13 aree di lavoro tematiche, al fine di definire anche gli obiettivi prioritari nell’ambito della nuova sfida per la conservazione della biodiversità entro il 2020.

Scarica il documento dei contributi dei partecipanti ai workshop territoriali (pdf, 2.618 MB).