Convenzione delle Alpi

La Presidenza Italiana verso la XIII Conferenza delle Alpi di Torino

Quest’anno, per la seconda volta in 20 anni, la Conferenza dei Ministri delle Parti Contraenti della Convenzione delle Alpi, sarà presieduta dal Ministro dell’Ambiente italiano. La Conferenza si tiene ogni due anni e l’Italia ha ricevuto il mandato di presiedere la Convenzione delle Alpi per il biennio 2013-2014 nell’ambito dell’ultima Conferenza delle Alpi di Poschiavo (7 Settembre 2012) presieduta dalla Svizzera. Il prossimo novembre, è previsto il passaggio di consegne dalla Presidenza italiana alla Presidenza Tedesca.

Il Programma di Presidenza Italiana, in questi 18 mesi, è stato caratterizzato da una profonda condivisione con gli Enti territoriali alpini, non solo Regioni e Province Autonome ma anche centri d’eccellenza e associazioni portatrici di storia e culture alpine, in ultimo concordato attraverso uno specifico Protocollo d’Intesa firmato a Roma il 15 Novembre 2012.

“Filo conduttore” del Programma e dell’azione della Convenzione è lo sviluppo socio-economico, sostenibile per l’ambientale, delle popolazioni che presidiano il territorio alpino e contribuiscono così a garantire un’adeguata continuità dei servizi offerti dai suoi ecosistemi, di cui si avvalgono anche la parte pedemontana, di pianura e urbana della regione alpina.

Tra le azioni più rilevanti portate avanti durante questo biennio vorremmo ricordare: il sostegno della Convenzione alla definizione di una Strategia Macroregionale dell’Unione Europea per la Regione Alpina, strumento comunitario che potrà offrire nuove opportunità per azioni comuni volte allo sviluppo dell’intera Regione alpina; il contributo delle Alpi ai temi di EXPO 2015, per il quale la Convenzione ha previsto l’organizzazione di una Mountain Week con eventi organizzati nei padiglioni dei Paesi alpini e degli altri partner montani della Convezione.

A Torino saranno presentati inoltre i risultati del lavoro dei gruppi di esperti individuati dalle Parti contraenti per dare attuazione ai mandati e ai Protocolli della Convenzione, in particolare su: 

- I cambiamenti demografici, sui quali, in stretta collaborazione con ISTAT, si sta producendo la Quinta Relazione sullo Stato delle Alpi che conterrà dati e analisi aggiornate sulle dinamiche demografiche della montagna e le forze che le determinano

- Le linee guida sull’adattamento ai cambiamenti climatici nelle Alpi, che ricomprendono in particolare i temi della gestione dei bacini idrici e del management dei rischi naturali, dalle valanghe alle alluvioni che si ripercuotono sulle pianure e le città di valle

- La promozione del valore delle foreste montane e della loro funzione nel mantenimento dell’ecosistema alpino, ad esempio nell’assorbimentodel carbonio emesso dalle città di valle o dalle attività agricole e industriali.

Da ricordare, infine, il lavoro delle due task force create dalla Presidenza Italiana per la valorizzazione e l’analisi di due temi di grande attualità: quella sul turismo sostenibile nelle Alpi, che sta sviluppando un’analisi completa di indicatori e opportunità del settore, quella per l’Agenda Digitale Alpina che punta alla riduzione del digital divide delle aree montane.   

La Presidenza italiana della Convenzione delle Alpi terminerà con la XIII Conferenza delle Alpi che si terrà a Torino nella suggestiva sede del Museo Nazionale della Montagna, in questi ultimi mesi lavoreremo, con il contributo delle altre parti contraenti, per la definitiva messa a punto dei risultati attesi, tenendo conto anche del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea potrà certamente costituire un’opportunità in tal senso. 

Il Direttore Generale ad interim
Francesco La Camera

Protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Ambiente le Regioni e le Province autonome alpine in attuazione della Presidenza Italiana

Programma di Presidenza Italiana della Convenzione delle Alpi 2013-2014 

Ratifica della Convenzione delle Alpi e dei Protocolli

Precedenti Editoriali

Presidenza Italiana 2013-2014: programma per le Alpi fuori dalla crisi (Gennaio 2013)

La Convenzione delle Alpi per una strategia macroregionale europea per la Regione alpina (Ottobre 2013) 

 

Informazioni sulle attività della Presidenza italiana della Convenzione delle Alpi