Tu sei qui

Decreto Direttoriale - Solare per Enti Pubblici ed Aziende Gas

IL DIRETTORE GENERALE del servizio inquinamento atmosferico e rischi industriali:

  • Vista la legge 8 luglio 1986 n. 349, istitutiva del Ministero dell'Ambiente ed il relativo regolamento di organizzazione adottato con D.P.R. 19 giugno 1987 n. 306;
  • Visto il Libro Bianco della Commissione Europea sulle fonti energetiche rinnovabili del 26 novembre 1997, che prevede il raggiungimento di una quota delle rinnovabili nel consumo energetico europeo pari al 12%;
  • Vista la delibera CIPE 19 novembre 1998 "Linee guida per le politiche e misure nazionali di riduzione delle emissioni di gas serra" ed i successivi aggiornamenti dei programmi nazionali per l'attuazione del protocollo di Kyoto;
  • Visto il Libro Bianco del Governo Italiano del 6 agosto 1999 che individua e stima, per la tecnologia solare termica, uno sviluppo annuo simile a quello registrato negli ultimi anni sul mercato internazionale, tale da consentire di giungere al 2010 ad una superficie installata di circa 3 milioni di mq;
  • Visto il D.D. n. 100/SIAR/2000, cosÌ come modificato dal D.D. n. 545/2001/SIAR/DEC, che ha definito ed avviato il Programma "Solare Termico", finalizzato all'incentivazione di sistemi solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura;
  • Visto il decreto del Ministro dell'Ambiente del 23 novembre 2001, prot. GAB/DEC/160/2001, in corso di registrazione, con il quale sono assegnate alla Direzione per l'Inquinamento Atmosferico ed i Rischi Industriali risorse pari a £. 58.500 milioni per l'attuazione, tra gli altri, di un Programma nazionale di incentivazione del solare termico;
  • Considerato che il decreto legislativo n. 112 del 31.3.98 affida alle Regioni funzioni amministrative relative alla gestione di programmi concernenti l'incentivazione delle fonti rinnovabili;
  • Viste le comunicazioni con le quali le Regioni e le Province Autonome aderiscono alla proposta del Ministero dell'Ambiente di finanziare impianti solari termici di soggetti pubblici e privati

 

Decreta:

Art.1(Programma 'Solare Termico: bandi regionali')


Il presente decreto definisce ed avvia il Programma "Solare Termico: bandi regionali", finalizzato all'incentivazione di sistemi solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura.

Art. 2 (Soggetti destinatari dei finanziamenti)


Le risorse impegnate saranno destinate ai soggetti pubblici e privati selezionati dai bandi pubblici emessi dalle Regioni e Province Autonome.

Art. 3 (Entità dei finanziamenti pubblici)


Alle Regioni e Province Autonome sarà assegnata una quota dei fondi ministeriali indicati nel successivo articolo 5. Detta quota dovrà costituire parte del contributo pubblico in conto capitale, che sarà erogato a copertura delle spese di realizzazione e di monitoraggio dei sistemi solari termici. Le Regioni e Province Autonome concorrono al Programma con un cofinanziamento pari al 50%.

Art. 4 (Modalità di attuazione e criteri di ripartizione)


Con successivo decreto direttoriale del Servizio IAR verranno definite le modalità di attuazione del Programma ed i criteri di ripartizione delle risorse.

Art. 5 (Assunzione di impegno)


Per le finalità di cui al presente decreto, è impegnata la somma di £. 16.000 milioni pari a ? 8.263.310,385-, ad utilizzo delle disponibilità assegnate con decreto del Ministro dell'Ambiente n. GAB/DEC/160/2001, in corso di registrazione alla Corte dei Conti, sul capitolo 7082, U.P.B. 1.2.1.4. per il corrente esercizio finanziario.
Il presente provvedimento sarà trasmesso al competente organo di controllo per gli adempimenti di rito.
 

Roma, 22 dicembre 2000

Il Direttore Generale: Ing. Giovanni Silvestrini.