Tu sei qui

ECHA e-news – 14 giugno 2017

In questo numero:

ECHA
Lanciato l’Osservatorio dell’Unione europea per i nanomateriali (EUON)

L’Osservatorio dell’Unione europea per i nanomateriali è un’iniziativa finanziata dalla Commissione europea in materia di sicurezza, innovazione, ricerca e usi dei nanomateriali. La piattaforma, disponibile anche in lingua italiana, consente alle parti interessate di accedere alle informazioni sui nanomateriali presenti sul mercato dell'UE.

È stata pubblicata la Relazione finale relativa alla valutazione da parte della Commissione europea della performance dell'ECHA. La valutazione riguarda le attività e le procedure gestite dall'Agenzia nell'ambito dei  regolamenti REACH, CLP, BPR e PIC.
Relazione finale
Allegati

REACH
È disponibile la nuova versione di Chesar, lo strumento per la predisposizione della valutazione e della relativa relazione sulla sicurezza chimica.

Durante l’Helsinki Chemicals Forum, il commissario Bieńkowska ha presentato i risultati dell'indagine di Eurobarometer sulla sicurezza chimica. Lo studio esamina l'impatto che il regolamento REACH ha avuto sui cittadini a dieci anni dall’entrata in vigore.

Pubblicato il Regolamento (UE) 2017/999 riguardante l’inserimento di 12 sostanze nell’allegato XIV del regolamento  REACH (sostanze soggette all’obbligo di autorizzazione).

Il Comitato RAC dell'ECHA ha concluso che il biossido di titanio risponde ai criteri di classificazione come sospetto cancerogeno per via inalatoria. Il parere sarà formalmente adottato successivamente mediante procedura scritta o durante la riunione del Comitato di settembre.

Il Comitato RAC ha adottato due pareri relativi all’esposizione professionale a due sostanze, MOCA e acido arsenico e i suoi composti inorganici. Il Comitato ha inoltre adottato 10 pareri riguardanti la classificazione ed etichettatura armonizzate e 14 bozze di parere concernenti le domande di autorizzazione.

L'ECHA ha aggiornato la pagina di supporto sulle domande di autorizzazione con i relativi format . Le imprese titolari dell'autorizzazione possono predisporre nuovamente la domanda presentando un relazione di revisione.

Sono disponibili i pareri dei Comitati RAC e SEAC relativi alle domande di autorizzazione per le seguenti sostanze:

  • chromium trioxide (CE 215-607-8; CAS 1333-82-0), l’impresa che ne richiede l’uso è Euro Cryospace France;
  • 1,2-dichloroethane (EDC) (CE 203-458-1; CAS 107-06-2), le imprese che ne richiedono l’uso sono Akzo Nobel Chemicals SpA e Orgapharm.

Lo strumento di coordinamento delle attività pubbliche (PACT) è stato aggiornato con informazioni su cinque sostanze sottoposte all'analisi della migliore opzioni di gestione del rischio o alla valutazione dei pericoli da parte delle Autorità competenti.

Aggiornato il Registro delle intenzioni:

Intenzione di presentare dossier per l’identificazione come sostanze estremamente preoccupanti per le sostanze:

  • cadmium carbonate (CE 234-232-0, CAS 10605-21-7);
  • cadmium hydroxide (CE 234-232-0, CAS 10605-21-7);
  • cadmium hydroxide (CE 234-232-0, CAS 10605-21-7) ;
  • tricobalt tetraoxide containing ≥ 0.1 % w/w nickel oxides (CE 234-232-0, CAS 10605-21-7).

La presentazione dei dossier è prevista il 7 agosto 2017.

Proposta di classificazione ed etichettatura armonizzate per il methyl benzimidazol-2-ylcarbamate; Carbendazim (ISO)  (CE 234-232-0, CAS 10605-21-7).

BIOCIDI
Lo strumento per la presentazione dei dati sui biocidi, R4BP 3, è stato aggiornato per migliorare le funzionalità di visualizzazione e di ricerca. Lo strumento ha anche un sistema di comunicazione e notifica avanzato per le Autorità nazionali.

UTILIZZATORI A VALLE
È disponibile la versione 3 del catalogo standard ESCom. Il progetto ESCOM ha lo scopo di fornire frasi armonizzate sull'uso sicuro delle sostanze chimiche per la scheda di dati di sicurezza estesa.

EVENTI
Biocides Stakeholders' Day, 26-27 settembre 2017, Helsinki
La conferenza offre ai partecipanti la possibilità di conoscere gli ultimi aggiornamenti concernenti l’applicazione del regolamento dei biocidi. Inoltre i partecipanti avranno la possibilità di avere una formazione sugli strumenti informatici dell'ECHA (es. R4BP, SPC editor).

Conferenza sull’applicazione pratica della procedura di autorizzazione, 13-14 novembre 2017, Helsinki
L’evento, organizzato dall’ECHA insieme alla Commissione europea, ha l’obiettivo di valutare i risultati raggiunti attraverso il processo di autorizzazione in termini di sostituzione delle sostanze, riduzione dei rischi ed efficacia dei costi. Sarà possibile registrarsi da agosto 2017.

CONSULTAZIONI PUBBLICHE
L’ECHA ha aggiornato la richiesta  di informazioni sulle sostanze octamethylcyclotetrasiloxane (D4) (CE 209-136-7) e decamethylcyclopentasiloxane (D5) (CE 208-764-9), specificando ulteriori dati che le parti interessate possono presentare. La richiesta riguarda gli usi di tali sostanze nei prodotti a uso professionale e destinati ai consumatori. È  possibile presentare osservazioni fino al 3 agosto 2017.

Altre consultazioni:

Inoltre è possibile inviare informazioni all’ECHA:

  • entro il 20 luglio per il piombo nei gioielli;

entro il 31 luglio per Benzo[a]pyrene (BaP); Benzo[e]pyrene (BeP); Benzo[a]anthracene (BaA); Chrysen (CHR); Benzo[b]fluoranthene (BbFA); Benzo[j]fluoranthene (BjFA); Benzo[k]fluoranthene (BkFA); Dibenzo[a,h]anthracene (DBAhA).

OPPORTUNITÀ DI LAVORO
Possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l’ECHA

LINK UTILI

Introduzione al regolamento REACH
Lista delle sostanze candidate
Lista delle sostanze soggette all’obbligo di autorizzazione
Condivisione dei dati
Terminologia – Collegamento al Database ECHA-term
Documenti di supporto
Sostanze che destano preoccupazione
Archivio settimanale dell’ECHA
Iscrizione