Tu sei qui

“Finanziare il futuro” – Le istituzioni finanziarie e la transizione verso un’economia sostenibile

Il 6 febbraio 2017 è stato presentato alla Banca d’Italia il Rapporto “Finanziare il futuro” frutto del Dialogo nazionale dell’Italia per la finanza sostenibile.

Al Dialogo, avviato nel febbraio 2016, hanno contribuito le istituzioni finanziarie e i soggetti protagonisti dei mercati bancario, assicurativo, della gestione del risparmio e dei capitali. Il Dialogo è stato promosso dal Ministero dell’ambiente in collaborazione con il Programma Ambientale delle Nazioni Unite (UNEP).

Dal Rapporto emerge che l’Italia si trova di fronte all’opportunità strategica di riorientare il proprio sistema finanziario in modo da sostenere la transizione verso un modello di sviluppo a bassa intensità di carbonio, inclusivo e sostenibile.

Permangono tuttavia importanti barriere allo sviluppo delle buone pratiche di finanza sostenibile, tra cui una scorretta determinazione dei prezzi sotto il profilo ambientale, un approccio eccessivamente di breve termine, una carenza di consapevolezza e di competenze specialistiche.

Il Rapporto si conclude con l’indicazione di 18 azioni specifiche, articolate in quattro aree: quadro delle politiche; innovazione finanziaria; infrastrutture di mercato; creazione di conoscenze.

Al convegno di presentazione del Rapporto hanno partecipato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, il Sotto-segretario generale ONU e direttore esecutivo UNEP Eric Solheim, il Co-direttore UNEP Inquiry Nick Robins, la Ministra dell’Ambiente del Lussemburgo Carole Dieschbourg, il prof. Bruno Oberle del Politecnico di Losanna (Svizzera), il Governatore Ignazio Visco, il Vice-Direttore Generale Luigi Federico Signorini per la Banca d’Italia, il Direttore Generale per lo Sviluppo sostenibile del Ministero dell’Ambiente Francesco La Camera.

Per leggere il Rapporto (EN)

Per leggere la sintesi (IT)

Galleria fotografica 1

Galleria fotografica 2

Consulta gli interventi