Tu sei qui

Gli Stati generali dei Consorzi

Mercoledì 11 aprile 2018 si è svolto  - presso l’Aula Magna dell’Università degli studi di Roma Tre - il primo incontro degli Stati Generali dei Consorzi.

L’obiettivo degli Stati Generali dei Consorzi è quello di sviluppare, attraverso l’innovativo metodo dell’elaborazione partecipata, una piattaforma programmatica per l’analisi delle opportunità, degli ostacoli, nonché delle politiche e delle misure necessarie per migliorare la qualità del settore.

L’attuale sistema, nato da disposizioni di legge che hanno istituito o riconosciuto consorzi a volte anche previsti come obbligatori, deve tener conto di una crescente domanda di organizzazione di sistemi autonomi e volontari, che va coniugata con lo scenario derivante dalle recenti determinazioni dell’Unione Europea che prevedono una Strategia di lungo periodo, nel cui solco si colloca la nuova direttiva rifiuti, improntata alla visione dell'economia circolare.

Per garantire, quindi, l’attuazione delle direttive comunitarie, per assicurare elevati livelli di tutela dell’ambiente e contribuire alla competitività dei sistemi collettivi e delle imprese nonché evitare fenomeni di distorsione della concorrenza, è necessario un confronto con esperti e stakeholder per definire il modello più adeguato per affrontare il tema della gestione del “rifiuto/risorsa”.

I lavori sono stati introdotti dal Ministro Gian Luca Galletti e si sono articolati in tre sessioni:

I Consorzi e l’attività di riciclo dei rifiuti.
Tavola Rotonda: Tutela dell’ambiente e salvaguardia del principio di concorrenza. I Consorzi ambientali tra Concorrenza e Servizi pubblici.
I sistemi collettivi come sinergia tra pubblico e privato. Quale modello ?

I lavori si sono conclusi con lo svolgimento di una esercitazione – animata dal giornalista Roberto Cavallo in collaborazione con la cooperativa E.R.I.C.A. -  per la redazione di un modello di questionario finalizzato a raccogliere contributi e osservazioni e a individuare alcune parole chiave utili per delineare un nuovo modello normativo di regolazione del settore.

L’insieme di queste attività è finalizzato allo svolgimento di un successivo incontro, previsto per il 14 giugno 2018, nel corso del quale saranno commentati e rielaborati i contributi raccolti a partire dall’incontro dell’11 aprile.

Per partecipare al processo di elaborazione partecipata è possibile scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: RIN-UDG@minambiente.it

Documentazione disponibile

Programma dell’incontro dell’11 aprile 2018

 

Prima sessione