Ad aprile 2016 è entrato in vigore l’accordo tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e UN Environment - UNEP  per la realizzazione del progetto Building a sustainable financial system: from design to delivery.

Il progetto, a cui il Ministero dell’Ambiente ha contribuito con un co-finanziamento di  circa 1.700.000 euro, si inserisce all’interno del  programma UNEP Inquiry into the Design of a Sustainable Financial System diretto a valutare i migliori sistemi e meccanismi finanziari disponibili per interventi in materia di lotta al cambiamento climatico e riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra, nonché per contribuire allo sviluppo delle energie rinnovabili.

A partire dal suo lancio, nel 2014,  il Programma ha lavorato con oltre 20 paesi con un approccio orientato ad individuare le buone pratiche  nazionali e le opzioni di miglioramento più idonee per le specificità dei singoli paesi (National Dialogue on a Sustainable Finance). Nel rapporto del 2015, “The Financial System We Need”, grazie ad un’analisi delle pratiche portate avanti in più di 15 paesi, l’UNEP descrive una ‘rivoluzione silenziosa’ che sta portando a un progressivo allineamento del  sistema finanziario, a livello internazionale, agli obiettivi di uno sviluppo sostenibile.

L’Italia è consapevole che per realizzare gli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile e dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici è necessario mobilitare il sistema finanziario a livello nazionale e internazionale. Il richiamo alla necessità di aumentare la portata della finanza verde e sostenibile è stato del resto uno dei punti cardine di cui la presidenza italiana del G7 si è fatta promotrice (Riunione di Bologna dei Ministri dell'Ambiente G7, Bologna, Italia, 11-12 giugno 2017 e meeting preparatori sulla Green Finance e le Banche Multilaterali di Sviluppo).

Grazie alla collaborazione con UNEP, nel febbraio 2016, il MATTM ha lanciato un Dialogo Nazionale per la Finanza Sostenibile con lo scopo di fare il punto sulle pratiche in essere, analizzare le sfide strategiche e individuare le politiche più adatte a compiere un salto di qualità a partire dai numerosi e promettenti segnali di cambiamento attuali. Il Dialogo è stato promosso dal Ministero dell’Ambiente insieme ad altri Ministeri ed Autorità indipendenti e si è articolato in una serie di gruppi di lavoro che hanno coinvolto esperti ed esponenti del settore finanziario e del mondo della ricerca.

Il Rapporto finale “Finanziare il futuro” è stato presentato il 6 febbraio 2017 presso la Banca d’Italia, alla presenza del Governatore Ignazio Visco, dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e dal Segretario Esecutivo dell’UNEP Erik Solheim.

Il rapporto delinea uno slancio positivo, una vasta gamma di esperienze - portate avanti a vari livelli (settore bancario, settore assicurativo, finanza pubblica, mercato dei capitali, ecc.) - tese ad orientare il flusso di capitali verso l’obiettivo di una crescita inclusiva e a basso contenuto di carbonio. Questi promettenti sviluppi, tuttavia, non hanno ancora prodotto un impatto sistematico nella finanza tradizionale tale da assicurare l’ottemperanza dell’Italia agli impegni assunti a livello internazionale. Tra le diverse azioni per rafforzare la finanza sostenibile, particolare importanza è attribuita alle misure volte a monitorare i progressi in atto, anche attraverso la creazione di un Osservatorio Italiano sulla Finanza Sostenibile.

Ulteriori informazioni sul Dialogo Nazionale per la Finanza Sostenibile sono disponibili qui.

 

Contatti
Cristiano Piacente
AT Sogesid
piacente.cristiano@minambiente.it
c.piacente@sogesid.it
Tel. 06 5722 8143

Aldo Ravazzi
AT Sogesid
ravazzi.aldo@minambiente.it
a.ravazzi@sogesid.it
Tel. 06 57228064

Documentazione
- Protocollo d’Intesa MATTM-UNEP (11 aprile 2016, EN)
- Finanziare il Futuro (rapporto integrale in inglese)
- Finanziare il Futuro (sintesi del rapporto in italiano)