L’ Accordo

Le attività di cooperazione con i Piccoli Stati Insulari in via di Sviluppo (PSIDS), si sviluppano nell’ambito di un partenariato lanciato a New York l’11 maggio 2007, con la firma di un primo Protocollo d’Intesa, poi ampliato attraverso la firma di successivi addenda.

Oggi, al programma partecipano 18 partner di cui 4 donatori (Italia, Austria, Lussemburgo e Spagna) e 14 beneficiari (Cook Islands, Fiji, Kiribati, Micronesia, Marshall Islands, Nauru, Niue, Solomon Islands, Palau, Papua New Guinea, Samoa, Tonga, Tuvalu, Vanuatu). L’Italia partecipa al Programma con il Ministero dell’Ambiente e con il Ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale.

Nei primi 10 anni di cooperazione (2007-2017) sono stati approvati 29 progetti per un budget complessivo di 12.639.091 dollari. Sono stati oltre 10.000 i beneficiari diretti e circa 200.000 quelli indiretti. Le attività hanno contribuito alla realizzazione degli  Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, concentrandosi in maniera omogenea sugli aspetti legati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici. Tra i progetti realizzati, più del 30% ha risposto all’esigenza di elettrificazione rurale attraverso fonti rinnovabili, il 40% ha concorso alla sicurezza alimentare ed idrica, il 10% si è incentrato sulla formazione di giovani funzionari, il 13% dei progetti ha concorso alla conservazione e all’uso sostenibile degli oceani, dei mari e delle risorse marine attraverso l’istituzione di nuove aree marine protette, il rafforzamento di quelle già esistenti, l’elettrificazione dei centri per la pesca, il rafforzamento delle comunità locali di pescatori.

Nel corso del 2018, la collaborazione con le Isole del Pacifico si è ulteriormente espansa con l’approvazione di 8 nuovi progetti.

    Il Piano di Lavoro

Le priorità espresse dai Governi dei PSIDS sono ampiamente incentrate sulla realizzazione di società resilienti, nello sforzo di fronteggiare e prevenire i rischi derivanti dai cambiamenti climatici. Il Programma di Cooperazione ha previsto due macro ambiti di azione:.

• Energia Sostenibile, attraverso attività di valutazione del fabbisogno energetico; rafforzamento delle politiche energetiche e dei piani d'azione locali; elettrificazione rurale; sviluppo di biocarburanti e di altre fonti di energia rinnovabile.
• Adattamento ai cambiamenti climatici, attraverso progetti di riduzione del rischio; protezione e conservazione degli ecosistemi marini e terrestri e della biodiversità.

Per un approfondimento su questi temi è possibile cliccare QUI.

    I progetti in corso

•  Fellowship for Capacity Building on Climate Change and Oceans (Fiji).  Progetto di capacity building in linea con l’attuazione dell’articolo 11 dell’Accordo di Parigi per il rafforzamento di giovani funzionari dei piccoli Stati insulari in via di sviluppo nell’ambito delle politiche internazionali su clima e oceani.

•  Building infrastructure resilience (Isole Marshall)Il progetto ha supportato l’istituzione di un’unità operativa di funzionari e tecnici del Ministero dei Lavori Pubblici locale per l’aggiornamento della normativa sulla pianificazione territoriale (Planning and Zoning Act) delle Marshall che risale al 1987.  La normativa sarà aggiornata in funzione del miglioramento del la gestione del rischio da disastri per le popolazioni costiere vulnerabili. Gli emendamenti saranno portati all’attenzione del Governo locale per la loro approvazione ufficiale. Sarà inoltre istituito un centro di raccolta dati per il sistema di informazione geografica presso l’Office of Chief Secretary.

•  Planning for electricity network in Solomon Islands (Isole Salomone). Il progetto consentirà al Governo delle Isole Salomone di acquisire le licenze di un sistema di software che consentirà di migliorare la pianificazione della distribuzione dell’energia nella capitale di Honiara e nelle province. Sarà inoltre valutata la fattibilità dell’installazione di 37 nuovi mini impianti di fotovoltaico nei prossimi 15 anni.

•  Sustainable Program for a widespread rural electrification for water and energy security  (Isole Salomone).  Il progetto prevede la creazione di servizi energetici e idrici durevoli e a zero emissioni di gas serra per 18 piccole comunità distribuite in tre province delle Isole Solomon: Malaita, Western and Central. Gli utenti serviti saranno in totale 3.600. Saranno formate circa 30 persone per la manutenzione e la gestione degli impianti fotovoltaici installati con il progetto.

 PV Solar Off-Grid Systems for Fish Centres in Outer Islands - Phase II (Kiribati). La sicurezza energetica, attuata con la prima fase del progetto, ha consentito alle comunità di pescatori coinvolte, l’accesso continuo all’uso dei refrigeratori per il pescato, generando guadagni sia dal rafforzamento delle attività economica della pesca, sia dal risparmio della sostituzione del diesel come fonte fossile.  Con la seconda fase, saranno elettrificati con l’energia solare ulteriori dieci centri per la pesca nelle isole remote.      

•  Sustainable Water Supply Systems For Vulnerable Communities (Kiribati).  Progetto per l’installazione di impianti di dissalazione ad osmosi inversa alimentati con un sistema solare ibrido,  nelle isole remote di Tebikerai, Nuotaea e Banaba. Gli impianti consentiranno di produrre acqua potabile e di distribuire l'elettricità in eccesso. Saranno, inoltre, migliorate le condizioni di distribuzione e purificazione dell’acqua potabile negli atolli di Abemama e Teraina.

 Strengthening of Phoenix Islands Protected Area (PIPA) & Creation of related Marine Protected Areas in Kiribati (Kiribati). Il progetto risponde all’esigenza del Governo locale di garantire il mantenimento, nel tempo, delle condizioni di sostenibilità dell’uso delle risorse marine e costiere che derivano dall’area protetta delle Isole Fenici (Phoenix Islands Protected Area - PIPA). Gli strumenti sono la partecipazione e la diffusione di consapevolezza nella popolazione locale. Il processo partecipativo sarà attuato nel corso dell’istituzione e dell’avvio di due nuove aree marine protette e quindi di concerto tra il Ministero della Pesca e le comunità costiere di Kiribati. 

•  Enhancing Water Security and Climate Resilient Food Systems for the displaced atoll communities in Yap (Micronesia). Progetto per la sicurezza idrica e alimentare di piccole comunità di rifugiati ambientali nelle isole remote dello Yap State. Saranno predisposti nuovi sistemi per il risparmio idrico e la raccolta dell’acqua piovana e favorite le tecniche e le varietà tradizionali  per un’agricoltura resiliente.

•  PV solar systems for selected public building in Weno (Micronesia). L'obiettivo del progetto è installare un impianto fotovoltaico da 100 kW in quattro edifici pubblici della città di Weno.

•  Household water storage – Phase III (Nauru). Progetto per l’installazione degli ultimi 6 serbatoi, su un totale di 160 serbatoi installati con le tre fasi, per la conservazione dell’acqua, l’irrigazione e l’uso domestico. Le famiglie che hanno beneficiato del finanziamento erano state individuate del Governo locale nel corso del censimento del 2011 come tra le più vulnerabili e a rischio per la sicurezza idrica.

•  Palau National Marine Sanctuary: Education and Awareness (Palau). La proposta nasce nell’ambito del più ampio progetto intitolato “Palau legacy” per la diffusione dei valori ambientali e culturali legati al Santuario Marino di Palau. Il progetto si rivolge alla popolazione locale e ai turisti, attraverso l’istituzione di un passaporto ecologico e del ‘Palau pledge’ per le future generazioni come schema di pagamento ai servizi ecosistemici dell’area marina protetta.

 Increasing Palau's resilience to extreme drought events: taking action for long term adaptation to the impacts of climate change (Palau). Il progetto si pone l’obiettivo di finanziare uno studio di fattibilità volto all’individuazione di nuove sorgenti di approvvigionamento idrico. Lo studio identificherà, inoltre, policy recommendations per il miglioramento della distribuzione della risorsa idrica e lo sviluppo di un programma di educazione e di gestione per la conservazione delle acqua.

•  Phase II of the Palau National marine Sanctuary Project: Examining the potential effects of climate change on the distribution, long-term movements and local fisheries productivity of pelagic and nearshore resources in the Palau National Marine Sanctuary (Palau). Programma di monitoraggio per la raccolta dati sulla pesca del tonno a pinna gialla nel Santuario di Palau. L’obiettivo è fornire un supporto scientificamente valido al processo politico decisionale del Governo locale rispetto alla gestione sostenibile dell’area marina protetta. 

•  Sustainable Water Supply and Electricity Supply Project (Papua Nuova Guinea). Verrà condotto uno studio di valutazione di impatto ambientale e sociale sull’installazione di un sistema mini idroelettrico richiesto dal Governo papuano per la sicurezza idrica ed energetica delle popolazioni del nel Distretto di Wapenamanda.

•  Strengthening protected Area Management in the Kingdom of Tonga (Tonga). Il progetto sostiene il processo politico di pianificazione dello spazio marittimo avviato dal Regno di Tonga. Saranno istituite 5 nuove riserve marine e 10 aree a gestione speciale con la partecipazione delle  comunità costiere vulnerabili.

•  2019 Tonga Fellowship on the Environment and Ocean-TFEO: Enhancing and Strengthening the Effective Implementation of Major International Agreements, including the United Nations Conventional on the Law of the Sea, the Paris Agreement, and the 2030 Agenda for Sustainable Development, in the Kingdom of Tonga (Tonga). Quarta edizione del progetto ‘Tonga Fellowship on Sustainable Development’,  iniziato nel 2016,  e finanziamento di ulteriori tre borse di studio per il rafforzamento  delle capacità negoziali e delle competenze dei funzionari del Regno di Tonga in materia di clima e oceani, in attuazione dell’articolo 11 dell’Accordo di Parigi.

•  Tuvalu Photovoltaic Electricity Network Integration Project (TPENIP) – Phase II (Tuvalu). Il progetto consentirà alla Scuola Secondaria di Motufoua di aumentare la quota di fotovoltaico sul mix energetico complessivo, necessario a coprire il fabbisogno energetico della scuola, dall’attuale quota del 40% al 90%.

•  Irrigation for a resilient and sustainable agriculture (Vanuatu). Il progetto prevede l’installazione di sistemi innovativi di irrigazione a risparmio idrico e ad alimentazione solare in sei aziende agricole situate nelle Isole Efate, Santo e Tanna.

•  A National Marine Spatial Plan for Vanuatu including a network of Marine protected Area (Vanuatu).  Progetto a sostegno del processo politico di Pianificazione dello Spazio Marittimo della Repubblica di Vanuatu per la definizione delle attività del mare e delle coste e la quantificazione delle risorse, all’interno di un processo multilivello fondato sulla partecipazione delle piccole comunità locali. La finalità è favorire un processo di adattamento degli ecosistemi delle popolazioni del Pacifico attraverso la tutela delle risorse marine e costiere.

 Increasing Access to Safe, Secure and Sustainable Water Supply in Vanuatu (Vanuatu). Finanziamento per uno studio di fattibilità ad opera del Dipartimento delle Acque di Vanuatu per il miglioramento della sicurezza idrica delle comunità remote in cinque Province con un obiettivo di coinvolgimento del 10% della popolazione totale. 

    I progetti conclusi

 Establishment of the first nationwide Marine Sanctuary in Palau (Palau). Il progetto ha reso possibile l’istituzione e la gestione di un Santuario Marino per proteggere la Zona Economica Esclusiva Nazionale (6.000.000 km2) di Palau.

• National capacity strengthening for the follow-up to, and implementation of the Paris Agreement, the sustainable development goals (Tonga). Terza  edizione del progetto ‘Tonga Fellowship on Sustainable Development’,  iniziato nel 2016,  e finanziamento di ulteriori tre borse di studio per il rafforzamento  delle capacità negoziali e delle competenze dei funzionari del Regno di Tonga in materia di clima e oceani, in attuazione dell’articolo 11 dell’Accordo di Parigi.

• Standalone Homemade Solar (SHS) system on PV cooling storage facility for Niulakita e Funafala (Tuvalu). Il progetto ha previsto l’elettrificazione, attraverso energia solare, di alcuni servizi fondamentali (scuola, refrigeratori della clinica, sistemi di comunicazione) in due isole remote di Tuvalu.

 

     In evidenza

  -  10 anni di cooperazione con i Piccoli Stati Insulari in via di Sviluppo del Pacifico (PSIDS) 2007 - 2017 (EN)

 

   Aggiornamenti

    20/07/2018   Dodicesima riunione del comitato congiunto a New York
    03/09/2017   Expo Astana: presentati i progetti in Libano, Botswana, Maldive, Lesotho e Piccole Isole del Pacifico
    03/09/2017   Expo Astana: Seminario sul futuro dell’energia rinnovabile nella cooperazione per lo sviluppo sostenibile
    25/07/2017   Undicesimo Comitato Congiunto a New York
    15/05/2017   Preparazione della COP 23
    14/11/2016   COP 22: side event sull’attuazione dei Contributi Nazionali nei SIDS
    26/08/2016   Tuvalu – Pannelli solari per un’energia elettrica sostenibile
 

 

Contatti
Silvia Massimi
AT Sogesid
massimi.silvia@minambiente.it
s.massimi@sogesid.it
Tel. 06 5722 8122
Documentazione
- Protocollo d’Intesa con le Isole del Pacifico (11 maggio 2007, EN)

 

Galleria fotografica

 
New York, 20 luglio 2018 - 12° incontro del Comitato Congiunto
 
 

New York, luglio 2017 - Alcuni momenti della riunione del Comitato Congiunto