Tu sei qui

La Carta di Cervia

La Carta, sottoscritta da Ministero dell’Ambiente , Regione Emilia-Romagna, istituzioni e imprenditoria locale, riunisce tutti i portatori di interesse attorno ai 19 punti del documento che proietta le grandi decisioni mondiali, a partire dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, sulle complesse sfide della costa cervese, non solo in relazione alla stagione estiva ma per tutto l'anno.

Il documento si prefigge di avviare una significativa trasformazione del turismo balneare di Cervia e Milano Marittima nella direzione della sostenibilità ambientale, della tutela della biodiversità della riviera emiliano-romagnola, un territorio ricco di biodiversità, rappresentato da siti della rete Natura2000, dal Parco del Delta del Po e da Riserve naturali, da patrimonio naturale e culturale, testimoniato anche dalla candidatura al riconoscimento MaB Unesco.

I firmatari si impegnano a "operare perché le strutture (alberghi, stabilimenti, ristoranti, esercizi commerciali) diventino sempre più green, coniugando sviluppo economico e rispetto dell'ambiente, favorendo la crescita di vacanze balneari 'green oriented'"."In questa direzione - prosegue la Carta - sono di primaria importanza le energie rinnovabili, l'efficientamento energetico degli immobili, gli adattamenti ai cambiamenti climatici, la raccolta differenziata, la mobilità dolce e sostenibile, la lotta agli sprechi e al degrado urbano". Previsti dal documento la collaborazione per definire "un quadro adeguato di riferimento che includa aspetti di natura regolamentare, incentivi e facilitazioni", "il contributo a protezione dell'ambiente dalle varie forme di inquinamento, tra le quali il rumore", così come attività di promozione e comunicazione con grandi eventi sostenibili,  "iniziative di collaborazione tra costa ed entroterra", l'innovazione nel campo della prevenzione degli impatti ambientali e la digitalizzazione delle imprese.

Il documento promosso da Confcommercio Ascom Cervia è stato siglato, oltre che dal Ministro Galletti,dal Presidente di Confcommercio Ascom Cervia Piero Boni, dal Sindaco di Cervia Luca Coffari, dagli Assessori Regionali  dell’Emilia Romagna al Turismo e al Commercio Andrea Corsini e all’Ambiente Paola Gazzolo, dal Vice Presidente della Camera di Commercio di Ravenna Giorgio Guberti, dal Presidente Parco del Delta del Po Massimo Medri, dall’Amministratore delegato del parco della Salina di Cervia, Giuseppe Pomicetti, dal Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna Luca Santini e dal Presidente Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano Fausto Giovanelli.

Consulta la Carta di Cervia e Milano Marittima