La COP22 è stata definita “la COP dell’azione” perché a Marrakech dovranno essere concordati i meccanismi per tradurre in concreto gli impegni presi con l’Accordo di Parigi. Per la Direzione Generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali (SVI) la COP 22 diventa l’occasione ideale per illustrare e discutere le attività di cooperazione ambientale e per lo sviluppo sostenibile che contribuiscono a dare attuazione agli obiettivi di adattamento e mitigazione del cambiamento climatico.

L’Italia, che ha già ratificato l’Accordo di Parigi, si presenta a Marrakech in prima linea nella strada comune per lo sviluppo sostenibile, forte anche della riforma della cooperazione allo sviluppo che, grazie alla recente legge 125 del 2014, è diventata elemento qualificante per l’intera politica estera. Aumentano i soggetti della cooperazione – che oggi includono, oltre ai soggetti tradizionali, la società civile, il mondo universitario e della ricerca e il settore privato – e si consolida un approccio integrato che accorda centralità a un coordinamento interministeriale per assicurare la coerenza delle politiche. Si rafforza così la possibilità di promuovere azioni che integrino cooperazione e clima o clima e energia.

Anche la cooperazione ambientale potrà sperimentare nuovi modelli, a partire dalla collaborazione pubblico-privato, che possano, da una parte, valorizzare il sistema paese e, dall’altra, promuovere azioni congiunte, efficaci, efficienti e di grande impatto per il clima e lo sviluppo.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare la pagina:
 http://www.minambiente.it/notizie/cop-22-il-padiglione-italiano-ospita-eventi-e-seminari-sui-cambiamenti-climatici

Per informazioni sulla road map dei paesi donatori per raggiungere l'obiettivo dei 100 miliardi ai paesi in via di sviluppo si veda la pagina: http://www.minambiente.it/notizie/accordo-di-parigi-dichiarazione-comune-dei-paesi-donatori-sulla-roadmap-raggiungere-0

Calendario (ENG; IT)

Poster e Brochure
La cooperazione ambientale del MATTM
I progetti nelle piccole isole del Pacifico
La cooperazione con le Isole Salomone
La cooperazione con la Repubblica di Vanuatu
Il progetto AirPack

Italian Actions to tackle climate change

            

   Aggiornamenti

   18 novembre 2016

   Si rafforza la cooperazione ambientale con l’Africa subsahariana

   17 novembre 2016

   Adaptation Fund: dall’Italia 5 milioni di euro
   Lo sviluppo dell'energia sostenibile in Libano
   Contributo italiano alla Global Environment Facility
   Sostenibilità ed accesso all’energia in Africa

   16 novembre 2016

   Climate Smart Agricolture e sprechi alimentari
   L'impegno italiano per affrontare il cambiamento climatico
   Rinnovabili ed efficienza energetica: esperienze dal Mediterraneo
   Ecosistemi e adattamento ai cambiamenti climatici nelle Maldive

   15 novembre 2016

   AirPack: kit di strumenti per educazione ambientale
   Firmato Protocollo d’Intesa tra Italia e Ruanda

   14 novembre 2016

   Sicurezza alimentare in un clima che cambia
   Attuazione dei Contributi Nazionali nei SIDS

   12 novembre 2016

   Opportunità di investimento nel settore agricolo
 

 

 

Galleria fotografica

              
Marrakech, 18 novembre 2016 - Alcuni momenti della firma del Protocollo d’Intesa con il Gibuti.

 

Marrakech, 18 novembre 2016 - Alcuni momenti della firma del Protocollo d’Intesa con il Sudan.

 

         
Marrakech, 17 novembre 2016 - Alcuni momenti del side event organizzato dal Ministero dell’Ambiente e dal Centro Libanese per la Conservazione dell’Energia (LCEC).
Marrakech, 17 novembre 2016 - Il Direttore Generale La Camera durante il segmento di alto livello dedicato alla discussione su “Ambizione e Mezzi di Implementazione”.

 

 

Marrakech, 17 novembre 2016 Alcuni momenti dell’evento sul tema della sostenibilità e dell’accesso all’energia in Africa.

 

Marrakech, 16 novembre 2016 - Alcuni momenti del side event organizzato dal Ministero dell’Ambiente e dalla FAO.

 

Marrakech, 16 novembre 2016 - Alcuni momenti dell’evento “L'impegno italiano per affrontare il cambiamento climatico”.

 

Marrakech, 16 novembre 2016 - Alcuni momenti del side event promosso dal Politecnico di Milano, dall’Agence Marocaine pour le Développement des Énergies Renouvelables et de l’Efficacité Énergétique (ADEREE) e dall’UNEP.

 

Marrakech, 16 novembre 2016 - Alcuni momenti del side event “L’approccio basato sullo studio degli ecosistemi per l’adattamento ai cambiamenti climatici nelle Maldive”.

 

Marrakech, 15 novembre 2016 - Alcuni momenti dell’evento di presentazione dello strumento multimediale di educazione ambientale, Airpack.

 

Marrakesh, 15 novembre 2016 - Il Ministro Galletti, il Ministro delle Risorse Naturali della Repubblica del Ruanda, Vincent Biruta, e il Direttore Generale La Camera durante la firma del Protocollo.

 

Marrakesh, 14 novembre 2016 - Il Ministro delle Maldive Thoriq Ibrahim, il Direttore Generale La Camera eil prof. Paolo Galli dell’Università Milano Bicocca all’evento “Garantire la sicurezza alimentare e nutrizionale in un clima che cambia attraverso una pesca e una agricoltura sostenibili”.

 

Marrakech, 14 novembre - Alcuni momenti del side event “Attuazione dei Contributi Nazionali (Nationally Determined Contributions) nelle Piccole isole in via di sviluppo”.

 

Marrakech, 12 novembre - Alcuni momenti dell’evento organizzato dalla Global Alliance for Climate Smart Agriculture (GACSA) della FAO