Tu sei qui

Le iniziative del Ministero dell’Ambiente in materia di difesa delle coste

Nel 2015, dopo l’esperienza del 2006 in cui è stato avviato un processo preliminare di analisi sulle iniziative in materia di difesa delle coste a scala nazionale, si è riaperta al Ministero dell’ambiente una importante fase di collaborazione e condivisione di studi e dati sulle problematiche inerenti il fenomeno dell’erosione delle coste italiane.

Infatti, con il Protocollo d’intesa siglato il 6 aprile 2016 tra le Regioni rivierasche italiane e il Ministero dell’Ambiente, è stato istituito il Tavolo Nazionale per l’Erosione Costiera (TNEC) ed è stata prevista la redazione di “Linee guida nazionali per la difesa della costa dai fenomeni di erosione e dagli effetti dei cambiamenti climatici”. I risultati sono arrivati secondo cronoprogramma e la prima versione delle linee guida nazionali è ora disponibile. Esse rappresentano la prima fase di convergenza delle conoscenze nazionali e internazionali sulle tecniche e logiche di difesa e gestione della costa in relazione anche a quelle che sono le esigenze di sviluppo economico, di tutela e valorizzazione della fascia costiera, così preziosa e vulnerabile come quella italiana.

Le linee guida sono il risultato di un importante lavoro eseguito dai tecnici delle Regioni Rivierasche, di alcune Autorità di bacino, di ISPRA, e da alcuni ricercatori di settore. Il Ministero dell’Ambiente attraverso gli uffici del Sottosegretario di Stato, On. Silvia Velo, e delle Direzioni Generali competenti, Salvaguardia del Territorio e delle Acque e Protezione della Natura e del Mare, ha svolto un ruolo di supervisione dei lavori. Questo, rimane comunque un documento definito “aperto” a tutti quelli che potranno essere ulteriori contributi provenienti da enti e soggetti non coinvolti direttamente in questa fase, ma che potranno essere utili ad arricchire i contenuti con pratiche, esperienze e studi significativamente positivi sulla difesa delle coste. Le linee guida rappresentano, infine, una importante base di partenza per la definizione di un norma nazionale che avvii un processo di pianificazione sulla difesa della costa coordinata a scala nazionale ai fini della sua tutela e protezione.

Gli impegni futuri riguarderanno, oltre alla definizione di una norma nazionale, anche l’attivazione di altre iniziative del TNEC tra cui lo sviluppo di tematiche connesse al ripristino del ciclo sedimentario a scala di bacino idrografico, la collaborazione internazionale soprattutto nel bacino del Mediterraneo, la creazione di una banca dati cartografica tematica a scala nazionale da sintetizzarsi sulla infrastruttura cartografica del Geoportale Nazionale.

Con i collegamenti sottostanti è possibile avere accesso a tutte le informazioni aggiornate sulle iniziative in corso sulla difesa delle coste.