La Lima Paris Action Agenda è un'iniziativa congiunta delle presidenze peruviana e francese della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, dell'Ufficio del segretario generale delle Nazioni Unite e del Segretariato della stessa Conferenza che mira a valorizzare l'impegno degli attori non statali in relazione alle azioni da mettere in campo prima e dopo il 2020.

L’iniziativa coinvolge una ampia varietà di soggetti (le città, le regioni e gli altri enti subnazionali, le organizzazioni internazionali, della società civile, dei popoli indigeni, donne, giovani, istituzioni accademiche, così come le imprese) che agiscono come entità singole o associate per andare oltre i contesti istituzionali tradizionali.

L’iniziativa ha lo scopo di accelerare gli interventi sul campo tenendo presente che le azioni degli attori non statali dovrebbero essere parte integrante dei contributi delle parti istituzionali e permettere loro di diventare più ambiziosi.

Per facilitare, nel periodo 2016-2020, il buon esito degli sforzi in atto e l'introduzione di nuovi o rafforzati sforzi volontari, iniziative e coalizioni, la Cop 21 ha deciso che due figure di alto livello (denominate Champions) vengano nominate per agire per conto del presidente della Conferenza delle Parti. I Champions restano in carica due anni con scadenze sovrapposte di un anno. Il primo Champion a essere nominato è Ms. Laurence Tubiana.
 

I CAMBIAMENTI CLIMATICI RIGUARDANO TUTTI - Indagine tra le aziende italiane

Il Ministero dell'Ambiente in collaborazione con l'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa ha avviato a luglio 2016 un'indagine con il duplice scopo di conoscere l'attitudine delle imprese al cambiamento climatico e raccogliere le migliori esperienze e pratiche in tema di lotta ai mutamenti climatici. L’indagine si colloca nel quadro della Lima-Paris Action Agenda, un'iniziativa delle Nazioni Unite volta a catalizzare i tanti interventi relativi ai cambiamenti climatici e spronare l’azione degli enti locali e del settore privato.

Per partecipare all'indagine, cliccare qui
 

Link utili

http://climateaction.unfccc.int/aboutlpaa.aspx
http://newsroom.unfccc.int/lpaa
 

Portale web

Il portale web NAZCA PLATFORM, lanciato a dicembre 2014 alla Cop di Lima, raccoglie e registra le varie iniziative coerenti con l'approccio dell’Agenda.

La piattaforma raccoglie informazioni e dati di organizzazioni del settore quali “Carbon Climate Registry”, CID, CDP., IIGCC e altri.
 

Aree tematiche

1. Energy access & Efficiency
2. Renewable Energy
3. Private Finance, Transport
4. Short Term Pollutants
5. Forest, Resilience
6. Innovation
7. Emissions Reduction
8. Use of carbon price
9. Others
 

Il ruolo dei paesi

I singoli paesi sono invitati a:
- dare visibilità alle iniziative promosse durante il vertice sul clima;
- partecipare a iniziative finalizzate a ottenere un sostegno per l'azione interna accelerata o per portare competenze e aiuti nazionali;
- incoraggiare gli attori non statali nazionali a prendere impegni individuali o unirsi a iniziative esistenti;
- intraprendere azioni multilaterali per adempiere impegni esistenti;
- avviare nuove iniziative.
 

Il ruolo delle aziende

Le aziende sono invitate ad attivarsi per:
- rendere sostenibili le proprie catene di produzione e/o di fornitura;
- cooperare su larga scala (multi-stakeholder) a iniziative per la riduzione delle emissioni;
- definire tabelle di marcia settoriali entro il 2050;
- prendere singoli impegni societari in grado di ridurre emissioni di gas serra o aumentare la resilienza;
- inserire i cambiamenti climatici nelle loro strategie e governance;
- sostenere attivamente l'attuazione delle politiche interne e pubbliche per la lotta contro il cambiamento climatico e lo sviluppo di economie a basso tenore di carbonio, in particolare sui prezzi del carbonio.
 

Il ruolo delle città

Le città e le amministrazioni locali possono impegnarsi per:
- ridurre i gas a effetto serra, attraverso la pianificazione o tramite azioni settoriali;
- partecipare a iniziative di cooperazione e multi-stakeholder su larga scala;
- aiutare la nascita di nuove partnership per sostenere la conoscenza, lo sviluppo delle capacità, e l’accesso ai finanziamenti.
- promuovere iniziative di gemellaggio tra le amministrazioni cittadine, statali e governi provinciali al fine di accelerare le azioni di mitigazione e sviluppo di resilienza.
 

Contatti
ianna.roberta@minambiente.it
Tel. (+39) 06 5722 8243