L’art. 17 del Regolamento 528/2012 stabilisce che “gli Stati membri adottano le misure necessarie per fornire al pubblico delle informazioni appropriate sui benefici e sui rischi dei biocidi, nonché sulle possibilità di ridurre al minimo il loro impiego”.

Tra i compiti invece dei fabbricanti e degli importatori di articoli trattati con biocidi, rientra quello di garantire l’etichettatura degli articoli in base a quanto previsto dal Regolamento CLP e secondo i requisiti definiti dal Regolamento 528/2012, fornendo informazioni facilmente comprensibili e visibili per il consumatore.

In particolar modo i fabbricanti e gli importatori dovranno provvedere affinchè “le etichette non siano ingannevoli riguardo ai rischi che il prodotto comporta per la salute umana e la salute animale o l’ambiente. Tra i diritti del consumatore sanciti dal Regolamento 528/2012, è previsto l’obbligo, da parte del produttore, in caso di richiesta da parte del consumatore, di fornire informazioni sul trattamento biocida utilizzato nel prodotto in vendita. Tali informazioni devono essere fornite gratuitamente entro 45 giorni dalla richiesta.