Tu sei qui

L’iter di certificazione

L’Iter di certificazione

Ai sensi della Procedura per la concessione della licenza d’uso del marchio Ecolabel UE e per la vigilanza sul corretto uso dello stesso” adottata dalla Sezione Ecolabel Italia del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit, la concessione della licenza di uso del marchio Ecolabel UE si articola nelle seguenti fasi:
 

 

immagine8

 

 

 

 

Laboratori presso cui effettuare le prove

Qualora i criteri Ecolabel UE relativi ad un gruppo di prodotti richiedano l’esecuzione di prove da parte di laboratori, questi debbono essere accreditati secondo le norme vigenti in materia, ai sensi del Regolamento (Ce) N. 765/2008 Del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008 che pone norme in materia di accreditamento e vigilanza del mercato per quanto riguarda la commercializzazione dei prodotti e che abroga il regolamento (CEE) n. 339/93.

Elenchi di prove e laboratori italiani accreditati sono consultabili sul sito di ACCREDIA, designato dal ministero dello Sviluppo Economico con il decreto del 22 dicembre del 2009 come unico organismo nazionale italiano autorizzato a svolgere attività di accreditamento e vigilanza del mercato.

Soggetti coinvolti e azioni da compiere per il rilascio della licenza

Gli attori coinvolti nell’ottenimento del marchio sono il richiedente, la segreteria e il supporto tecnico (ISPRA) della Sezione Ecolabel Italia e la stessa Sezione. Di seguito sono descritte le azioni compiute da ogni soggetto per il rilascio delle licenze.

Richiedente: l’operatore che desidera ottenere il marchio Ecolabel UE, contestualmente alla pre-registrazione su ECAT, deve inviare alla segreteria della Sezione Ecolabel Italia del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit la richiesta di concessione del marchio Ecolabel, redatta conformemente ai modelli disponibili sul sito web della Sezione.

Segreteria e supporto tecnico della Sezione (forniti da ISPRA): la Segreteria della Sezione Ecolabel riceve la domanda e verifica i requisiti del richiedente. Il supporto tecnico verifica la completezza della documentazione allegata alla domanda ed esegue l’istruttoria verificando il rispetto dei criteri per l’assegnazione del marchio Ecolabel UE.

Lo svolgimento dell’istruttoria è costituito dalle seguenti fasi :

  • analisi documentale
  • attività di controllo relativa all’uso del marchio sul sito e sulla documentazione tecnica e promozionale del richiedente
  • verifica ispettiva durante i procedimenti istruttori (ove previsto e ritenuto necessario)
  • redazione della relazione di istruttoria.

Dopo la concessione della licenza di uso del marchio da parte della Sezione, il supporto tecnico aggiorna ECAT e il Registro Ecolabel Nazionale.

Sezione Ecolabel Italia del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit: delibera l’accoglimento o meno della domanda di concessione del marchio. In caso positivo la Sezione stipula un contratto di licenza con il richiedente e rilascia un certificato Ecolabel UE. La Sezione delibera inoltre sulle questioni inerenti l’applicazione del Regolamento Ecolable UE a livello nazionale e partecipa alle attività relative ad Ecolabel UE a livello europeo.

La domanda

La domanda di concessione della licenza d’uso del marchio Ecolabel UE deve essere redatta secondo il pertinente modello:

A tale domanda il richiedente dovrà allegare (preferibilmente su supporto digitale):

  • la documentazione richiesta nel modello e dimostrazione dell’avvenuto pagamento dei diritti di istruttoria. Le aziende già in possesso di licenza Ecolabel UE debbono altresì allegare dimostrazione dell’avvenuto pagamento dei diritti d’uso del marchio (N.B. Il mancato pagamento dei diritti è un elemento ostativo all’avvio del procedimento istruttorio e causa di rigetto della domanda);
  • la documentazione tecnica richiesta dai criteri Ecolabel UE relativi allo specifico gruppo di prodotti cui la domanda si riferisce.

Il modello di domanda, opportunamente compilato, va inviato alla Sezione secondo le modalità indicate in procedura :

N.B. Domande presentate secondo modelli difformi da quelli sopra riportati verranno respinte.

Costi e modalità di pagamento

I costi della certificazione Ecolabel UE si dividono in:
Diritti d’istruttoria (da versare all’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale –ISPRA);
Diritti annuali per l’utilizzo del marchio (da versare alla competente Tesoreria Provinciale di Stato).

Modelli per il calcolo dei diritti annuali per prodotti servizi venduti/erogati fino al 31/12/2014:
Modello per il calcolo dei diritti annuali per i SERVIZI
Modello per il calcolo dei diritti annuali per i PRODOTTI

Modelli per il calcolo dei diritti annuali per prodotti e servizi venduti/erogati dal 01/01/2015:
Modello per il calcolo dei diritti annuali per i SERVIZI
Modello per il calcolo dei diritti annuali per i PRODOTTI

 

Uso del Logo Ecolabel UE

Il marchio Ecolabel UE può essere utilizzato sui prodotti ai quali è stato assegnato e sul relativo materiale promozionale solo nei formati previsti dall’allegato II del Regolamento n. 66/2010 Ecolabel UE e dalle linee guida (disponibile in lingua inglese) elaborate dalla Commissione europea.

Il titolare di licenza Ecolabel UE è responsabile del modo in cui il logo Ecolabel UE è usato sul prodotto, specialmente in ambito pubblicitario. In particolare il Titolare si deve astenere da ogni pubblicità o dichiarazione od uso di marchi o simboli che siano falsi o ingannevoli o tali da ingenerare confusione o pregiudicare il prestigio del marchio.