L’Unione Europea detiene una leadership mondiale nell’azione di lotta ai cambiamenti climatici. I paesi europei sono quelli che hanno spinto di più per arrivare a decisioni avanzate a livello internazionale e quelli che già mettono in atto una riduzione significativa delle proprie emissioni di gas a effetto serra.

Dal 1990 al 2014 l’UNIONE ha ridotto le sue emissioni di gas serra del 23%, superando il target fissato del 20% per il 2020 ma per arrivare a raggiungere il nuovo obiettivo del 40% per il 2030 saranno necessari ulteriori sforzi.

Per dare attuazione ai nuovi obiettivi, l’Unione ha adottato Il “Pacchetto clima-energia”, costituito da un’insieme di direttive e decisioni, valido per il periodo 2020-2030. Elemento centrale è l’obiettivo di riduzione dei gas serra di almeno il 40% a livello europeo rispetto all’anno 1990. E’ previsto anche un target vincolante pari ad almeno il 27% di consumi finali di energia da fonti rinnovabili e un target indicativo di efficienza energetica del 27%.

 

Documentazione
Cosa fa l'UE riguardo i cambiamenti climatici
Quadro per il clima e l’energia 2030
Un'economia a basse emissioni di carbonio entro il 2050