L’attività di cooperazione tra il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana e il Ministero dell’Ambiente e dell’Energia della Repubblica delle Maldive è stata avviata con la firma, il 9 dicembre 2015, del Protocollo di Intesa sul cambiamento climatico, la vulnerabilità, la gestione del rischio, l’adattamento e la mitigazione.

Quattro milioni di euro è la cifra stanziata dal Ministero dell’Ambiente italiano per far fronte a queste incombenti sfide.

Come stabilito dal Piano di Lavoro annuale  le priorità tematiche identificate sono: 

• migliorare la governance del rischio meteorologico attraverso sistemi di allarme precoci;
• sostenere la gestione e il trattamento delle acque, anche attraverso processi di desalinizzazione;
• promuovere le energie rinnovabili, rafforzare le capacità tecniche degli esperti locali operanti nel settore della gestione ambientale attraverso attività di educazione ambientale e formazione.

Tre i progetti approvati, ad oggi, nel quadro del Protocollo di Intesa:

• Il Progetto Installation of a water desalination plant on the island of Magoodhoo - Faafu Atoll, il cui scopo è la realizzazione di un impianto di dissalazione da acqua di mare, attraverso il processo di osmosi inversa, nell’isola di Magoodhoo, appartenente all’atollo di Faafu. L’impianto sarà alimentato elettricamente attraverso una cella fotovoltaica. L'acqua viene forzata attraverso membrane polimeriche che consentono alle molecole di acqua di passare, bloccando, tuttavia, i sali e le altre impurità inorganiche. In tal modo, l’acqua è resa potabile. L’Università di Milano-Bicocca coordina l’iniziativa, mentre la realizzazione è affidata a imprese locali. La durata del progetto è di 14 mesi: 3 mesi per la realizzazione dell’impianto e i restanti 9 mesi, per attività di formazione della popolazione locale e ricerca geologiche. 

• Il Progetto Enhancing weather and climate monitoring and data management capacity of MMS (Maldives Meteorological Service) for reducing vulnerabilities of climate change in the Maldives, il cui scopo è rafforzare la rete di monitoraggio meteorologico, allarme precoce e prevenzione delle catastrofi, attraverso la realizzazione di 25 stazioni meteorologiche. I dati ricevuti dalle stazioni meteorologiche saranno raccolti, elaborati e inviati in tempo reale da zone remote, al principale centro di monitoraggio. Il progetto, della durata di 11 mesi, è coordinato dall’ENEA e prevede la messa a bando di apparecchiature per la realizzazione delle stazioni meteorologiche.

•Il Progetto Ocean Energy Resources Assessment for Maldives, il cui scopo è quello di effettuare una valutazione approfondita del potenziale energetico che risiede nelle correnti marine dell'arcipelago maldiviano, nonché di individuare soluzioni tecnologiche per il loro sfruttamento. Il progetto è coordinato da ENEA ed ha una durata del progetto è di 3 anni.

•Il Progetto Development of a sea state forecasting system for the Maldivian Archipelago – Maldives Meteorological Services (MMS) che prevede la realizzazione di un sistema di previsione del moto ondoso nell’Arcipelago delle Maldive che sarà messo a disposizione del Servizio Meteorologico delle Maldive (MMS). Il progetto avrà una durata complessiva di 5 anni.

 

     In evidenza

 -   Bando per la fornitura e l’installazione di attrezzatura specializzata e dei relativi servizi per la realizzazione di 25 stazioni meteorologiche automatiche nelle Maldive

 

 

   Aggiornamenti

    12/10/2017    Terza Riunione del Comitato Congiunto: approvato un progetto per la previsione del moto ondoso nell’Arcipelago delle Maldive
    09/10/2017    Maldive: Conferenza ministeriale sulle rinnovabili nelle Piccole Isole
    03/09/2017    Expo Astana: Seminario sul futuro dell’energia rinnovabile: presentati i progetti in Libano, Botswana, Maldive, Lesotho e Piccole Isole del Pacifico
    03/09/2017    Expo Astana: Seminario sul futuro dell’energia rinnovabile nella cooperazione per lo sviluppo sostenibile
    16/11/2016    COP 22: side event sull’adattamento ai cambiamenti climatici nelle Maldive
    10/03/2016    Primo Comitato Congiunto: presto progetti su sistemi di allerta, trattamento dell’acqua e rinnovabili
 

 

Contatti
Emanuela Vignola
AT Sogesid
vignola.emanuela@minambiente.it
e.vignola@sogesid.it
Tel. 06 5722 8176
Documentazione
- Protocollo d'Intesa Italia-Maldive (9 dicembre 2015, IT, EN)
- Piano di Lavoro Maldive (marzo 2016, EN)

 

 

 

Galleria fotografica

 

New York, 18 settembre 2017 - Il Ministro Galletti incontra il Ministro Thoriq Ibrahim - Ministro dell'Ambiente e dell'Energia delle Maldive, nonché Presidente dell’Alleanza dei Piccoli stati Insulari - alla 72 Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ribadire la parnership sui cambiamenti climatici  nelle Maldive”.

 

Malé, 28 luglio 2017 – Seconda riunione del Comitato congiunto 

 

Marrakech, 16 novembre 2016 - Alcuni momenti del side event “L’approccio basato sullo studio degli ecosistemi per l’adattamento ai cambiamenti
climatici nelle Maldive”.

 

L'incontro tra il sottosegretario Silvia Velo e il ministro degli Affari Esteri della Repubblica delle Maldive Dunya Maumoon il 22 marzo 2016.