Beirut, 10 gennaio 2017 – Il Ministero dell’Energia e dell’Acqua della Repubblica del Libano lancia una chiamata per Manifestazioni di Interesse per partecipare alla presentazione di proposte per costruire parchi fotovoltaici in Libano.

L’iniziativa, del tutto indipendente dal programma di collaborazione ambientale tra Italia e Libano promosso dal Ministero dell’Ambiente italiano, è frutto della recente normativa libanese. In particolare le Leggi 228/2014 e 56/2015 prevedono che il Consiglio dei Ministri del Libano, sulla base di una proposta presentata dal Ministero dell’Energia e dell’Acqua e dal Ministero delle Finanze della Repubblica del Libano, possa concedere permessi e licenze a imprese private per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili. I privati, a seguito dell’approvazione del Consiglio dei Ministri, e sulla base delle raccomandazioni fornite dai suddetti Ministeri, potranno produrre ed esportare elettricità, prodotta attraverso fonti rinnovabili, per alimentare la rete nazionale libanese. Le proposte dovranno essere presentate al Ministero dell’Energia e dell’Acqua entro aprile 2018 compilando un apposito format.

Le imprese private la cui proposta sarà approvata forniranno energia rinnovabile attraverso un Contratto di Acquisto di Energia e avranno il compito di finanziare, sviluppare, costruire, far operare e mantenere l’impianto per la produzione di energia rinnovabile e acquistare il terreno necessario per avviare l’operazione. L’energia prodotta dovrà alimentare la rete elettrica gestita da EDL (Electricité du Liban), un istituto pubblico che si occupa della produzione e distribuzione dell’energia.

Il bando e il format della Manifestazione di interesse possono essere scaricati alla pagina:
http://www.minambiente.it/bandi/manifestazione-di-interesse-presentare-proposte-la-costruzione-di-parchi-solari-fotovoltaici