L’ Accordo

Le piccole isole in via di sviluppo rappresentano una realtà complessa che il Ministero dell’Ambiente ha sempre sostenuto. La particolare vulnerabilità ai cambiamenti climatici compromette la stessa esistenza di questi territori, minaccia lo sviluppo economico e produce un forte impatto sulla coesione sociale e sulle condizioni di vita locali.

Il Protocollo d’Intesa sul cambiamento climatico, la vulnerabilità, la gestione del rischio, l’adattamento e la mitigazione, ad oggi, è stato firmato da 11 Paesi su 14 che compongono l’area CARICOM: Haiti (24 novembre 2015); St. Lucia (25 novembre 2015); Belize (8 dicembre 2015); Guyana (8 dicembre 2015); Antigua e Barbuda (25 gennaio 2016), Dominica (4 febbraio 2016); St. Kitts and Nevis (4 marzo 2016) e Bahamas (22 marzo 2016); St Vincent e Grenadines (10 maggio 2016) e Grenada (3 giugno 2016), Suriname (1 maggio 2018).

Nell’ambito di tale accordo sono stati impegnati 6 milioni di euro per il periodo 2016-2017 e 6 milioni di euro per il periodo 2018-2019.

A supporto del suddetto Protocollo di Intesa, per aiutare i Paesi dell’area CARICOM ad attuare i progetti e le iniziative adottate in sede di Comitato Congiunto, il Ministero dell’Ambiente ha firmato anche un Protocollo d’Intesa con il Centro della Comunità Caraibica sul Cambiamento Climatico (5C) con sede in Belize.

    Il Piano di Lavoro

Il Piano di Lavoro, allegato al Protocollo di Intesa, si sviluppa attraverso due programmi:

•   Il programma per la promozione dell’energia sostenibile, che a sua volta si divide in cinque sotto programmi, rispettivamente indirizzati: allo sviluppo di misure di adattamento; all’identificazione, attuazione e verifica degli obiettivi nazionali di riduzione (NDC); all’attuazione e rafforzamento di piani e politiche sull’energia; all’elettrificazione delle zone rurali; alla valorizzazione di fonti di energie rinnovabile.
•   Il programma per l’adattamento al cambiamento climatico, articolato in due sotto programmi, rispettivamente indirizzati: alla riduzione dei rischi causati da eventi meteorologici estremi e alla protezione e conservazione degli ecosistemi marini e territoriali delle coste.

    I progetti in corso

Fino ad oggi, il Comitato Congiunto – organo decisionale dell’accordo, composto da tre rappresentanti per Parte italiana e da un rappresentante per ciascuno dei Paesi CARICOM - ha approvato 17 progetti che saranno realizzati negli stati di Antigua e Barbuda, Bahamas, Belize, Dominica, Grenada, Guyana, Haiti, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, St. Kitts e Nevis con un budget complessivo di circa 10 milioni di dollari:

• Electric School Bus Pilot (Antigua e Barbuda): consentirà al Governo di  dotarsi di uno o più scuolabus elettrici e di sviluppare un Piano di Azione per la transizione a un sistema di trasporto a basse emissioni.

• Grid-Interactive Solar PV Systems for Schools and Clinics in Antigua (Antigua e Barbuda): saranno installati impianti fotovoltaici su una scuola e 9 cliniche.

• Identification and implementation of Bahamas’ nationally determined contributions Retrofitting of the Anatol Rodgers high school (Bahamas): sarà promossa un’azione di retrofit della più grande scuola secondaria delle Bahamas, nell’isola di New Providence, allo scopo di migliorarne l’efficienza energetica attraverso l’installazione di un sistema elettrico autonomo disconnesso dalla rete e alimentato con energia solare e batterie.

• Identification and implementation of Bahamas’ nationally determined contributions – retrofitting of T.G. Glover Primary School (Bahamas): sarà promossa un’azione di retrofit di una delle più grandi scuole elementari dell’isola di New Providence, con lo scopo di aumentare la diffusione delle energie rinnovabili e fornire gli strumenti per l'orticoltura, la gestione dei rifiuti e degli ecosistemi.

• Reducing the Carbon Footprint of San Ignacio and Five Surrounding Villages in the Cayo District (Belize): verrà sostenuto l’efficientamento energetico del sistema di illuminazione pubblica nella città di San Ignacio e sarà realizzato un rifugio per la popolazione, in caso di eventi metereologici estremi.

• Pilot Initiative for the construction of a “Green” Ministerial Facility and supporting Transport System (Belize): si prevede la costruzione di una “struttura di bioedilizia” per il Ministero dell’Ambiente del Belize e l’acquisto di 2 veicoli elettrici con stazione di ricarica.

• Installation of a 75 KW grid-tied with battery backup Solar PV System at the DOWASCO Sewer Treatment Plant (Dominica): consentirà di alimentare il sistema di depurazione delle acque nere con energia solare, nella capitale Roseau.

• Installation of a Renewable Energy Powered Back-Up Water Supply System for the City of Roseau in Dominica (Dominica): verrà fornito un sistema di approvvigionamento idrico di riserva per la capitale di Roseau con l’uso di energia rinnovabile per far funzionare le pompe nel nuovo sistema.

• Carriacou Photo Voltaic powdered Salt Water Reverse Osmosis (SWRO) Desalinization System (Grenada): verrà installato  un dissalatore a osmosi inversa alimentato ad energia solare, nell’isola di Carriacou.

• To Extend the Availability of Reliable and Safe Potable Water to the Rural Areas of Carriacou- Phase 2 (Grenada): analogamente alla Fase I, la principale motivazione della fase II del progetto è garantire una maggiore sicurezza idrica nell’isola di Carriacou caratterizzata dalla scarsità d’acqua

• Transitioning to national energy security: Bartica as a model Green Town – Phase I (Guyana): punta a trasformare la città di Bartica  in una ‘città verde’. Verrà elaborato un rapporto aggiornato sullo stato del consumo energetico e sarà definito un piano d’azione per l’efficientamento energetico e la riduzione dei consumi. Particolare attenzione sarà dedicata al settore dei trasporti e alla riqualificazione energetica degli edifici pubblici. 

• Transition to National Energy Security: Bartica as a Model Green Town - Phase II (Guyana): l'obiettivo principale è sviluppare le iniziative avviate durante la Fase I, prevedendo la realizzazione di un piano di incremento dell’efficienza energetica per la città di Bartica e la diffusione dei risultati.

• Piloting of a Public School Bus Transportation System for St. Kitts Using Renewable Energy (St. Kitts e Nevis): si prevede l’acquisto di 3 scuolabus elettrici e l’installazione di 2 stazioni di ricarica alimentate ad energia solare.

• Building climate change resilience by enhancing water security in Saint Kitts and Nevis (Saint Kitts and Nevis): contribuire agli sforzi per migliorare la sicurezza idrica nazionale e aumentare la sua resilienza agli impatti dei cambiamenti climatici attraverso l'attuazione di varie misure di gestione delle risorse idriche.

• Solar Carport and Electric Vehicle (St. Lucia): prevede la realizzazione di pensiline fotovoltaiche e di 2 colonnine di ricarica presso il parcheggio del Ministero delle Infrastrutture. Saranno, inoltre, acquistati dei veicoli elettrici.

• Extending water availability to the rural areas of  Carriacou using Salt Water Reverse Osmosis (SWRO) Desalinization powered by a Photo Voltaic (PV) Renewable Energy System (St. Vincent e Granadine): prevede l’installazione di un sistema per la raccolta e la distribuzione dell’acqua e di un dissalatore a osmosi inversa, alimentato ad energia solare, che consentirà di purificare circa 300 m³ di acqua al giorno, nella capitale dell’isola di Bequia.

 

   Aggiornamenti

   20/07/2018    Quarta riunione del Comitato Congiunto a New York
   26/06/2018    Bando per l'installazione di un sistema solare fotovoltaico di 75 kW presso l'impianto di depurazione DOWASCO
   30/04/2018    Antigua e Barbuda: Bando per l’acquisto di 2 scuolabus elettrici e 2 stazioni di ricarica
   16/03/2018    Bando per affrontare i problemi di immissione dell'acqua non trattata nell'impianto di Carriacou SWRO
    07/03/2018   Caricom: presentato a New York programma contributi Italia per resilienza climate change
    01/03/2018   Bando per l’istituzione di un Sistema di Gestione Dati sull’Energia nella città di Bartica
    25/07/2017   Terza riunione del Comitato Congiunto a New York
    08/12/2016   Seconda riunione del Comitato Congiunto: approvati i primi 7 progetti
    25/04/2016   Cooperazione con i Paesi Caricom: a New York la prima riunione del Comitato Congiunto
 

 

Contatti
Samantha Sapienza
AT Sogesid
sapienza.samantha@minambiente.it
s.sapienza@sogesid.it
Tel. 06 5722 8152

Emanuela Vignola
AT Sogesid
vignola.emanuela@minambiente.it
e.vignola@sogesid.it
Tel. 06 5722 8176

Documentazione
- Protocollo d’Intesa con i paesi Caricom (25 novembre 2015, EN)  
- Emendamento al Protocollo d’Intesa (25 luglio 2017, EN
- Protocollo d’Intesa con il Centro Caraibico sui Cambiamenti Climatici del Belize (23 novembre 2015, EN)
- Addendum al Protocollo d’Intesa con il Centro Caraibico sui Cambiamenti Climatici del Belize (13 novembre 2017, EN)
- Piano di Lavoro Caricom (25 novembre 2015, EN)

 

Galleria fotografica

 
New York, 20 luglio 2018 - 4° incontro del Comitato Congiunto
New York, luglio 2017 - Alcuni momenti della riunione del Comitato Congiunto

 

Parigi, dicembre 2015 - La firma del protocollo tra i rappresentanti dei paesi Caricome e il direttore generale La Camera.
Parigi, dicembre 2015 - La firma del protocollo tra i rappresentanti alla presenza del ministro Galletti.
Parigi, dicembre 2015 - I partecipanti alla firma del protocollo.