Pretoria, 21 ottobre 2016 - A pochi giorni dalla firma del Protocollo di Intesa tra Italia e Sudafrica per la Cooperazione in tema di risorse idriche, si è svolto oggi a Pretoria, il primo Comitato Congiunto che dà il via alla cooperazione tra i due paesi. La delegazione del Ministero dell’Ambiente, guidata dal Direttore Generale Francesco La Camera, ha incontrato un'ampia delegazione del Dipartimento dell'Acqua e dell'Igiene sudafricano, guidata dal Direttore Generale Sifiso Mkhize. Durante l'incontro, preceduto da un breve bilaterale tra i Direttori Generali dei due Ministeri, i sudafricani hanno espresso l'intenzione di procedere rapidamente alla definizione dei progetti da valutare ed implementare nell'ambito del Protocollo d'intesa sottoscritto il 18 ottobre 2016.

Nel corso dell’incontro sono stati discussi e approvati i documenti che regoleranno la cooperazione tra i due paesi (regole di procedura, principi guida per l’attuazione della cooperazione bilaterale, accordo finanziario).

E’ stato, inoltre, approvato il Piano di lavoro di medio termine che prevede le seguenti aree di collaborazione:
governance del sistema idrico, in particolare revisione del Quadro Regolamentare per la gestione delle acque;
capacity building, in particolare iniziative di formazione e sensibilizzazione sulle questioni legate al sistema idrico integrato da fornire ai soggetti istituzionali coinvolti;
progetti congiunti, da attuare attraverso la selezione di Progetti Pilota di carattere strategico, finalizzati, ad esempio, alla costruzione di un impianto per il riutilizzo delle acque urbane reflue e la realizzazione di un Ambito Territoriale Ottimale (ATO) per la gestione idrica integrata.