Tu sei qui

Progetto "E…state nei parchi"

Al via "E…state nei parchi", soggiorni estivi nelle aree protette per 600 bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni.

L'iniziativa entra nel vivo e parte l'iscrizione al progetto

 

Immagine-logo dell'iniziativa 'E...state nei parchi'

Il Ministero dell'Ambiente, in collaborazione con WWF, CTS, Legambiente e Marevivo ha organizzato un progetto pilotache consentirà a circa 300 ragazzi fra i 6 e i 14 anni di passare una settimana a contatto con la natura, in alcuni Parchi nazionali e Aree marine protette del nostro Paese, scoprendo le meraviglie del nostro patrimonio naturale e avvicinandosi concretamente alle buone pratiche di rispetto e difesa del territorio e dell'ecosistema, grazie ai progetti di educazione ambientale proposti dagli operatori delle associazioni partner.
 

Sarà possibile scegliere fra soggiorni nei Parchi Nazionali di Gran Paradiso, Dolomiti Bellunesi e Feltrine, Foreste Casentinesi Monte Falterona Campigna, Appennino Tosco Emiliano, Arcipelago Toscano, Monti Sibillini, Gran Sasso e Monti Laga, Maiella, d'Abruzzo, Circeo, Gargano, Pollino, Cilento, Riserva Marina di Miramare e nelle Aree marine protette: Plemmirio, Isole Pelagie, Porto Cesareo e Torre del Cerrano.

 
 

Di seguito le offerte delle varie associazioni:

 
CTS

cts

 

 

Collegamento al sito CTS Ambiente - "E...state nei parchi"

 
 
 
 
Legambiente

legambiente

 

 

Collegamento al sito Legambiente - Scuola e Formazione - "E...state nei parchi"

 
 
 
 
Marevivo

marevivo

 

 

Collegamento al sito Marevivo - "E...state nei parchi"

 
 
 
 
WWF

wwf

 

 

 

 

 

Collegamento al sito WWF Italia - "E...state nei parchi"

Oltre ai propri dati personali e all'indicazione del soggiorno prescelto, i partecipanti dovranno compilare una autodichiarazione della fascia di reddito familiare (20mila – 30mila - 50mila e sopra i 50mila), sulla base della quale dovranno versare una differente quota di partecipazione.

Le domande saranno ordinate in base al reddito dichiarato, al tempo della presentazione e alla sede del soggiorno prescelto. Sarà possibile presentare la domanda fino ad esaurimento dei posti a disposizione ed ogni ragazzo potrà partecipare solamente ad un soggiorno.

Nello stesso periodo 300 ragazzi provenienti dalle zone colpite dal recente sisma d'Abruzzo, selezionati in collaborazione con la Protezione civile, potranno usufruire degli stessi soggiorni e saranno ospitati gratuitamente a spese del Ministero dell'Ambiente.