Tu sei qui

Programma Tetti Fotovoltaici

Descrizione del programma


Il Programma "Tetti fotovoltaici", è finalizzato alla realizzazione nel periodo 2000-2002, di impianti fotovoltaici di potenza da 1 a 20 kWp, collegati alla rete elettrica di distribuzione in bassa tensione e integrati nelle strutture edilizie poste sul territorio italiano. Il Programma è organizzato in due sottoprogrammi: uno rivolto a soggetti pubblici e l'altro indirizzato, attraverso Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, a soggetti pubblici e privati. Entrambe le categorie di soggetti (titolari di utenza elettrica e che intendono installare impianti fotovoltaici su strutture edilizie sulle quali esercitano un diritto reale di godimento), possono beneficiare per la realizzazione degli impianti di un contributo pubblico in conto capitale pari al 75% del valore degli investimenti.

 

Bando "Enti Pubblici"

Per la prima parte del programma (20 miliardi di lire), rivolto agli enti pubblici, sono state presentate 704 richieste di finanziamento di cui 588 entro i termini di scadenza del bando. Molti dei progetti presentati provengono da Regioni del sud Italia. In particolare i Comuni di Catania, Roma e Foggia e le Province di Lucca, Avellino e Cosenza hanno presentato il maggior numero di progetti.

 

Comuni Progetti Potenza (kW) Investimenti (milioni lire)
Catania
34
105
390
Roma
33
167
609
Foggia
18
310
1100

 

Province
Progetti
Potenza (kW)
Investimenti (milioni lire)
Lucca
10
200
700
Avellino
10
200
700
Cosenza
10
198
693

 

Oltre il 60% delle richieste di finanziamento riguarda le scuole, mentre il 18% è relativo a Comuni situati in aree naturali protette. Una così alta partecipazione ha spinto la Direzione Iar ad avviare un programma di divulgazione sulle rinnovabili nelle scuole, a partire dalle amministrazioni locali partecipanti al programma. Scopo del programma "Il Sole a Scuola" è di stimolare, parallelamente alla realizzazione degli impianti, la creazione di percorsi didattici per gli studenti, accrescendo così la validità dello stesso programma dal punto di vista educativo. Nell'iniziativa è stato recentemente coinvolto il Ministero dell'istruzione, università e ricerca (Miur).

La risposta da parte degli Enti locali è stata largamente superiore alla disponibilità di risorse: i 20 miliardi di Lire hanno consentito soltanto il finanziamento dei primi 160 progetti. Per gli oltre 360 progetti non finanziabili per esaurimento delle risorse il Ministero dell'Ambiente e le Regioni hanno allocato nuove risorse cofinanziando i progetti al 50%. I progetti ammissibili a finanziamento (circa 300) saranno realizzati a partire dalla seconda metà del 2002.

 

Bandi "Regionali"

I privati cittadini, le imprese e gli altri soggetti pubblici potevano presentare domanda di contributo alle Regioni che finanziano l'iniziativa con risorse proprie e risorse del Ministero dell'Ambiente (40 miliardi di Lire). Le risorse del Ministero dell'Ambiente sono state ripartite tra le Regioni con un criterio basato sulla popolazione. Tutte le Regioni hanno presentato un bando per l'assegnazione dei finanziamenti molti dei quali sono già conclusi. Anche in questo caso, la risposta del mercato è stata superiore a ogni più rosea aspettativa: mediamente le risorse richieste eccedono di 5-10 volte le risorse disponibili.
Pubblicato il 24 luglio il decreto di riparto dei nuovi fondi che consentirà il proseguimento del programma Tetti Fotovoltaici", tramite l'attivazione di nuovi bandi regionali Questi saranno rivolti a privati, imprese ed enti pubblici; saranno gestiti dalle regioni e finanziati dal Ministero dell'ambiente e dalle stesse regioni.

 

Fotovoltaico ad alta valenza architettonica

Per stimolare anche in Italia la realizzazione di impianti fotovoltaici realmente integrati negli edifici, è stato avviato il Programma "Fotovoltaico ad alta valenza architettonica". Il Programma prevede la realizzazione di impianti fotovoltaici integrati negli edifici ad alta valenza architettonica, da realizzarsi presso amministrazioni pubbliche. Sono stati impegnati per lo svolgimento del programma circa 1,6 milioni di € (3.110 milioni di Lire).
Il Programma è partito con la pubblicazione di un bando (G.U. n.79 del 04/04/2001) che ha selezionato tra i progetti pervenuti i migliori esempi di alta qualità di inserimento del fotovoltaico in architettura. Il programma si diversifica da quello dei "tetti fotovoltaici" perché in virtù del maggior costo legato all'integrazione del fotovoltaico nelle strutture edilizie, rispetto alle applicazioni retrofit, viene accordata una maggiore percentuale di contributo pubblico (85%) e un maggior costo massimo del kWp installato (25 Ml lire/kWp).
"Le risorse impegnate nel 2001 e quelle in corso di definizione nel 2002 porteranno alla realizzazione entro il 2004 di circa 22 MW di impianti fotovoltaici.

 

Progetti