L’ Accordo

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare italiano e il Ministero dell’Ambiente, della Conservazione della Natura e dello Sviluppo Sostenibile della Repubblica Democratica del Congo hanno firmato, il 17 novembre 2016, un Protocollo d’Intesa per la cooperazione nel campo della mitigazione e dell’adattamento al cambiamento climatico.

Il Ministero dell’Ambiente italiano co-finanzia le attività approvate nell’ambito del Protocollo con un ammontare di 2 milioni di euro, integrabili con finanziamenti aggiuntivi.

    Il Piano di Lavoro

Ad aprile 2017, a Milano, durante la prima riunione del Comitato Congiunto istituito nell’ambito del Protocollo, è stato approvato il Piano di Lavoro  che prevede attività di cooperazione nel settore delle foreste, dell’agricoltura sostenibile e delle energie. Durante la seconda riunione del Comitato Congiunto, svoltasi il 15 maggio 2017 a Bonn, è stata, inoltre, concordata una road map per la realizzazione delle idee progettuali presentate dalla Repubblica Democratica del Congo in attuazione del Piano di Lavoro.

    I progetti

• Decentralized networks of off-grid systems based on Renewable Energy Sources and energy efficiency measures. L’obiettivo del progetto è quello di sostenere la promozione delle energie rinnovabili e di misure di efficienza energetica nelle zone rurali del paese che non hanno accesso alla rete elettrica nazionale. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso due fasi. La fase I prevede lo sviluppo e l’attuazione di due progetti pilota nelle province di Kongo Central e Nord Ubangi. La fase II si concentrerà sulla valutazione della possibilità di attuare l’approccio/modello identificato nella fase I e replicarlo in una più ampia scala.

• Bukavu Green Community as pioneers of an integral and sustainable development in Democratic Republic of Congo. L’obiettivo principale del progetto è quello di promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza energetica, con i relativi vantaggi sociali ed economici. Ciò sarà realizzato grazie alla progettazione e alla realizzazione di due progetti dimostrativi presso il Centro per la Pace e l’aggregazione giovanile della Comunità di Sant’Egidio, a Bukavu e presso la Scuola di Pace per i bambini da 5 a 10 anni nell’ex campo profughi della Comunità di Sant’Egidio, a Goma. I risultati ottenuti saranno replicati in altri siti del paese.

• Sustainable Energy Services for Rural DRC. Il progetto mira a creare un modello sostenibile per fornire elettricità pulita, affidabile ed economica, attraverso una centrale elettrica mini-grid e off-grid, in un villaggio della regione Masisi.

• Reseau de Collecteurs de Dechets de Kinshasa. La proposta progettuale ha lo scopo di realizzare una struttura per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nella municipalità di Gombe.

 

   Aggiornamenti

    09/05/2018     Quarta riunione del Comitato Congiunto: focus su rifiuti ed energia sostenibile
    14/11/2017     Terza riunione del Comitato Congiunto, approvati i primi progetti
    15/05/2017     Una roadmap per lo sviluppo sostenibile: i risultati del secondo incontro del Comitato Congiunto
    10-12/04/17    Primo Comitato Congiunto: approvato il Piano di Lavoro

 

 

Contatti
Samantha Sapienza
AT Sogesid
sapienza.samantha@minambiente.it
s.sapienza@sogesid.it
Tel 06 5722 8152

Bruna Kohan
AT Sogesid
kohan.bruna@minambiente.it
b.kohan@sogesid.it
Tel 06 5722 8119

Documentazione
- Protocollo di Intesa Italia - Repubblica Democratica del Congo (17 novembre 2016, EN, IT, FR
- Emendamento al Protocollo d’Intesa (14 novembre 2017, EN, FR
- Piano di Lavoro Congo (10 aprile 2017, EN)

 

 

 

 

Galleria fotografica

Milano, 12 aprile 2017 – il Direttore Generale Francesco La Camera
e il Focal Point UNFCCC per la Repubblica Democratica del Congo,
Tosi Mpanu Mpanu a conclusione del 1 Incontro del Comitato Congiunto
Bonn, 15 maggio 2017 – 2° incontro del Comitato Congiunto
Bonn, 9 maggio 2018 – 4° incontro del Comitato Congiunto
Milano, aprile 2017 - Il direttore generale La Camera, Tosi Mpanu-Mpanu, esperto su cambiamento climatico del Ministero dell’Ambiente della Repubblica
Democratica del Congo, e il gruppo di lavoro in alcuni momenti dell’incontro