Bonn, 15 novembre 2017 - A margine della 23esima Conferenza delle Parti della Convezione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) di Bonn, si è svolta la seconda riunione del Comitato Congiunto istituito nell’ambito dell’Accordo Tecnico tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare italiano ed il Ministero dell’Ambiente delle Foreste e del Cambiamento Climatico della Repubblica Federale Democratica dell’Etiopia.

Il Comitato Congiunto ha approvato quattro proposte progettuali riguardanti: il sistema di allerta meteo, la gestione sostenibile delle risorse idriche, le attività di rafforzamento istituzionale e la promozione delle energie rinnovabili e off grid  attraverso il coinvolgimento del settore privato.

Nel corso dell’incontro è stata anche presentata e discussa la proposta “Climate Smart Integrated Rural Development Project” che ha l'obiettivo di gestire i rischi derivanti dalla siccità e dalle ricorrenti inondazioni attraverso un approccio integrato per la gestione dell'acqua, dell'agricoltura e della gestione delle risorse naturali. Tale proposta, da attuarsi nell’ambito della cooperazione bilaterale, può essere considerata come un’iniziativa sinergica all'omonimo progetto, già finanziato dall’Adaptation Fund.

Nell’attuazione di programmi, progetti e attività verrà considerata la partecipazione del settore pubblico, privato e non profit, compreso, laddove opportuno, il coinvolgimento di università, enti di ricerca e organizzazioni non governative.