Tu sei qui

Segretariato generale

Il Segretariato generale svolge le funzioni di cui all’articolo 3 del D.P.C.M. 10 luglio 2014, n. 142.

 

Per l’espletamento dei compiti ad essa demandati, il Segretariato generale è articolato nei seguenti tre uffici di livello dirigenziale non generale:

Divisione I - Supporto, affari generali e coordinamento strategico

Dirigente: Dott.ssa Emanuela Spadoni

  • Trattazione degli affari generali e dei rapporti con la Direzione generale degli affari generali e del personale;
  • Gestione degli archivi e informatizzazione dei flussi documentali inclusa la tenuta del protocollo informatico per quanto di competenza del Segretariato Generale;
  • Gestione amministrativa e contabile delle risorse finanziarie, compresi gli acquisti di beni e servizi e la logistica per le parti non attribuite in gestione unificata al Segretariato Generale;
  • Individuazione del fabbisogno relativo all’acquisizione di beni e servizi in gestione unificata;
  • Coordinamento delle politiche di bilancio del Segretariato Generale;
  • Relativamente al Centro di Responsabilità del Segretariato Generale, formulazione delle proposte di previsione per il bilancio annuale e pluriennale e della relativa nota integrativa, degli assestamenti e delle variazioni di bilancio, nonché degli atti concernenti il rendiconto finanziario;
  • Elaborazione di proposte per i documenti di finanza pubblica;
  • Coordinamento delle iniziative di programmazione strategica e di quelle funzionali al sistema di valutazione delle prestazioni del personale;
  • Formulazione di proposte e predisposizione del budget economico del Segretariato Generale, nonchè effettuazione di rilevazioni periodiche sulla contabilità economico–gestionale;
  • Supporto al Segretario Generale nell'attività di controllo di gestione interno;
  • Attività istruttoria per la partecipazione del Ministro al Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) e relativo coordinamento, anche con riferimento alla programmazione europea;
  • Coordinamento delle iniziative e dei contributi delle Direzioni generali ai fini della redazione della direttiva generale del Ministro all’ISPRA e per l’esercizio delle funzioni di vigilanza;
  • Coordinamento e supporto al Ministro ai fini delle attività di indirizzo e controllo analogo sulle Società in house;
  • Coordinamento delle direzioni generali mediante l’istituzione e la conduzione della Conferenza dei Direttori;
  • Coordinamento su questioni di carattere generale o di particolare rilevanza specificatamente demandate dal Ministro;
  • Risoluzione dei conflitti di competenza;
  • Gestione del cerimoniale e predisposizione della attività istruttoria per la concessione delle onorificenze;
  • Coordinamento delle determinazioni da assumere in sede di conferenza di servizi per interventi di carattere intersettoriale;
  • Gestione delle attività residue relative ai Piani triennali di tutela ambientale in collaborazione con la Direzione generale degli affari generali e del personale;
  • Istituzione e coordinamento di gruppi di lavoro temporanei per la trattazione di questioni ed il perseguimento di particolari obiettivi individuati dal Ministro che necessitano del concorso di personale di più direzioni generali;
  • Definizione degli schemi standard e monitoraggio degli atti convenzionali finalizzati a favorire l’uniformità dell’azione amministrativa ed il razionale utilizzo delle risorse;
  • Attività di supporto al Segretario generale per l'esercizio delle funzioni di raccordo tra le Direzioni generali previste dal regolamento di organizzazione del Ministero.

 

Divisione II - Anticorruzione, trasparenza e processi gestionali e di valutazione

Dirigente

  • Coordinamento dei contributi delle Direzioni generali ai fini del supporto al Ministro per l’adozione dell’atto di indirizzo e direttiva ministeriale e relative azioni di monitoraggio;
  • Coordinamento per la predisposizione del Piano della performance e della Relazione sulla performance, in raccordo metodologico con l’OIV;
  • Coordinamento delle attività di mappatura dei processi e definizione degli standard di qualità per i procedimenti, le attività e i servizi erogati dall’Amministrazione;
  • Supporto al Responsabile della Prevenzione della Corruzione con riferimento alla predisposizione e aggiornamento del Piano triennale di prevenzione della corruzione e coordinamento delle azioni di competenza e responsabilità delle Direzioni Generali;
  • Supporto all’attuazione degli adempimenti di competenza del Segretariato Generale in materia di prevenzione e repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione;
  • Coordinamento degli adempimenti in materia di trasparenza con il supporto della Direzione generale degli Affari generali e del personale;
  • Supporto al Responsabile della trasparenza con riferimento alle relative competenze;
  • Attuazione degli adempimenti di competenza del Segretariato Generale inerenti agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni;
  • Coordinamento ai fini dell’attuazione delle linee strategiche per la digitalizzazione dell'amministrazione;
  • Predisposizione degli indirizzi e linee guida per l’organizzazione del sistema informativo unificato del Ministero;
  • Predisposizione degl indirizzi e linee guida per la raccolta e fornitura al pubblico dei dati mediante l’Ufficio per la comunicazione e per le relazioni con il pubblico di cui all'articolo 8 della Legge 7 giugno 2000, n. 150;
  • Predisposizione delle risultanze delle spese relative ai programmi aventi natura o contenuti ambientali, allo scopo di evidenziare le risorse impegnate per finalità di protezione dell’ambiente, riguardanti attività di tutela, conservazione, ripristino e utilizzo sostenibile delle risorse del patrimonio naturale anche ai sensi dell’articolo 36, comma 6, della legge 31 dicembre 2009, n.196;
  • Attività di supporto al Segretario generale per l'esercizio delle funzioni di raccordo tra le Direzioni Generali previste dal Regolamento di organizzazione del Ministero.

 

Divisione III - Promozione della cultura e della informazione ambientale, relazioni con le associazioni ambientaliste, studi e ricerche

Dirigente: Dott.ssa Monica Loddoni

  • Cura e coordinamento della programmazione, pianificazione e gestione delle iniziative in materia di informazione, sensibilizzazione, formazione ed educazione ambientale e ed in favore della nuova generazione di nativi ambientali;
  • Supporto alla comunicazione istituzionale in raccordo con gli uffici di diretta collaborazione del Ministro (Portavoce e Ufficio stampa) e alla gestione del sito del Ministero;
  • Cura della comunicazione istituzionale del Ministero anche attraverso indirizzi all’Ufficio per la comunicazione e per le relazioni con il pubblico;
  • Elaborazione di un Piano annuale di comunicazione del Ministero attraverso la costituzione di uno specifico coordinamento interdirezionale;
  • Pubblicazione di studi e ricerche;
  • Raccolta ed elaborazione dei dati a fini statistici, funzionali alla reportistica mediante la strutturazione e gestione di convenzioni con ISTAT e ISPRA e valorizzazione dei predetti dati ai fini della informazione ambientale e rapporti con il sistema statistico nazionale (SISTAN) ai fini delle attività e funzioni di statistica;
  • Cura dell'attività istruttoria per la presentazione della Relazione sullo Stato dell'Ambiente e delle altre relazioni di legge al Parlamento sulla base dell'istruttoria dei centri di responsabilità amministrativa del Ministero competenti per materia;
  • Cura dell'attività istruttoria ai fini del riconoscimento delle associazioni ambientalistiche di cui all'art. 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349, ed aggiornamento periodico del registro degli enti e delle associazioni che operano nel campo della tutela ambientale;
  • Coordinamento delle esigenze ed attività svolte dal Ministero nell’ambito della ricerca in materia ambientale, nonché studi e ricerche in generale;
  • Attività di supporto al Segretario generale per l'esercizio delle funzioni di raccordo tra le Direzioni Generali previste dal Regolamento di organizzazione del Ministero.