Bonn, 15 novembre 2017 - Si è tenuto oggi, alla presenza dei Ministri dell’Ambiente di Ecuador, Costa Rica e Costa d’Avorio, il Side Event ‘Integrating sustainable supply chain initiatives and REDD+ finance at the national scale’, organizzato da UNDP.

Rappresentanti istituzionali, esponenti del settore privato e società civile hanno potuto confrontarsi su concrete iniziative che  hanno coniugato gli obiettivi di conservazione forestale, aumento della produzione agricola e riduzione dei gas serra a partire da una coerente integrazione tra i finanziamenti internazionali Redd + (l’approccio definito dall’UNFCCC per supportare i Paesi in Via di Sviluppo nella riduzione della deforestazione e del degrado forestale e per incentivare la gestione sostenibile delle foreste), le iniziative per la creazione di filiere sostenibili, le politiche e i  finanziamenti, a livello nazionale, per la salvaguardia del territorio.

Il Direttore Generale La Camera ha ricordato che il Ministero dell’Ambiente è fortemente impegnato nella promozione di filiere agro-alimentari sostenibili. A giugno 2017, il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha firmato la Dichiarazione di Amsterdam, con cui l’Italia si unisce a Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Francia, Norvegia e Regno Unito, per fermare la deforestazione, favorendo invece coltivazioni pienamente sostenibili e si impegna ad importare olio di palma 100% sostenibile entro il 2020. Il Direttore La Camera ha poi evidenziato che il Ministero dell’Ambiente italiano e UNDP hanno firmato unaccordo, nell’ estate 2017, per assistere Ecuador, Ghana e Birmania nella presentazione di progetti al Green Climate Fund tesi a promuovere l’approccio REDD+  nei rispettivi territori. I progetti avranno come comun denominatore la riduzione dell’impatto delle filiere agro-alimentari sulla deforestazione anche attraverso la creazione di piattaforme pubblico-private che favoriranno catene produttive sostenibili.