Tu sei qui

Sorveglianza nei Parchi Nazionali

L’art. 21 della legge 6 dicembre 1991, n. 394 affida al Corpo forestale dello Stato (CFS) la sorveglianza delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale e, al tempo stesso, rinvia ad un apposito decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) l'individuazione delle strutture e del personale del Corpo forestale dello Stato da dislocare presso lo stesso Ministero dell'ambiente e presso gli enti parco ed il relativo rapporto di dipendenza funzionale del Corpo forestale dagli enti parco medesimi, per l'espletamento dei loro servizi pro area protetta.

L'istituzione degli organi del Coordinamento Territoriale per l'Ambiente del Corpo Forestale dello Stato (CTA/CFS) di cui al medesimo art. 21 della legge 6 dicembre 1991, n. 394 è avvenuta con DPCM del 26 giugno 1997 e il successivo DPCM del 5 luglio 2002 ha assegnato ad ogni PN un contingente (CTA) indicando le competenze del CTA in dipendenza dell’Ente parco. Successivi atti amministrativi hanno integrato questa regolamentazione delle attività dei CTA/CFS.

Inoltre, in osservanza dell’organizzazione già consolidata presente in alcuni Parchi nazionali storici aventi proprie guardie parco addette alla sorveglianza e nel rispetto delle autonomie locali di Regioni autonome o a statuto speciale e Province autonome che esercitano la sorveglianza territoriale attraverso i propri corpi forestali regionali o provinciali, i seguenti n. 5 PN hanno una loro particolare situazione per la sorveglianza:

  •  PN Gran Paradiso - Guardie parco dell’Ente gestore (che integrano la sorveglianza territoriale regionale comunque assicurata dal CFS nel Piemonte e dal CF regionale in Val d’Aosta);
  • PN Maddalena - CTA/CFVA (Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale ) della Regione Autonoma Sardegna;
  • PN Asinara - CFVA della Regione Autonoma Sardegna;
  • PN Abruzzo, Lazio e Molise - CTA/CFS e Guardie parco dell’Ente gestore;
  • PN Stelvio - CTA/CFS in Lombardia, CF provinciali nelle P.A. di Trento e di Bolzano.

 

Tutti gli altri 18 PN hanno il proprio CTA/CFS, unico per ogni parco ancorché il relativo territorio protetto ricada in più regioni.

La presente pagina fornisce informazioni sulla sorveglianza nei Parchi Nazionali a cura della Divisione II della Direzione per la Protezione della Natura e del Mare.