Roma, 20 luglio 2018 - Il 19 e 20 luglio 2018, si è tenuto, a Roma, il terzo Comitato Congiunto con il Segretariato di Stato per lo Sviluppo Sostenibile (SEDD) del Regno del Marocco, nell’ambito dell’accordo tecnico sulla protezione ambientale e lo sviluppo sostenibile firmato con il Ministero dell’Ambiente il 21 aprile 2016.

Il Comitato, oltre a valutare lo stato di avanzamento dei progetti già in corso, ha esaminato e approvato tre nuovi progetti, presentati dal SEDD, che contribuiranno all’attuazione dei contributi stabiliti a livello nazionale (NDC) per la riduzione delle emissioni:

• Mise en place de la filière de valorisation des déchets de construction et de démolition / Commune de Marrakech: realizzerà uno studio di fattibilità per la creazione di un centro di raccolta, pretrattamento e recupero di rifiuti da costruzioni e demolizioni (C&D), nel comune di Marrakesh.

• Etude de faisabilité du renforcement de la mobilité urbaine durable au niveau de la grande Métropole de Marrakech: saranno elaborati degli studi di fattibilità per la realizzazione di alternative sostenibili alla mobilità tradizionale per l’intera area metropolitana di Marrakech.

• Programme de Promotion de l’entreprenariat vert: il contributo si inserisce all’interno di un programma di promozione dell’imprenditoria verde, già avviato dal SEDD, che mira a supportare giovani imprenditori nel settore green attraverso percorsi di training. L’obiettivo è quello di incoraggiare le innovazioni locali nei settori del recupero dei rifiuti, dell'uso efficiente dell'acqua, dell'efficienza energetica, delle energie rinnovabili e degli edifici verdi.

I delegati del Ministero dell’Ambiente e del Segretariato di Stato per lo Sviluppo Sostenibile del Regno del Marocco hanno espresso grande soddisfazione per il livello di cooperazione raggiunto in questi anni e hanno ribadito il valore aggiunto di un impegno congiunto nel raggiungimento degli obiettivi fissati nell’Accordo di Parigi.